Amazon+clickBank

martedì 29 aprile 2014

RECENSIONE: La piccola mercante di sogni (Fermine Maxence)


TRAMA:
Il giorno del suo undicesimo compleanno Malo cade nella Senna. Aspirato in una conduttura, quando riapre gli occhi si trova in un mondo in bianco e nero, illuminato dalla luce di una luna di diamanti. È entrato nel Regno delle Ombre, un luogo magico popolato di personaggi meravigliosi e fuori del comune: Arthur, un albero che non smette mai di starnutire; Mercator, un gatto di duecentotredici anni; Lili, la piccola mercante di sogni dagli occhi dorati che ruba le fantasie. Senza contare poi gli spettri inquietanti e un pericoloso alchimista che gli getta contro un terribile incantesimo. Per rompere il maleficio, Malo dovrà affrontare una sfida davvero ardua. E una notte...


RECENSIONE:
Giravo intorno a questo libro da un bel po', e non mi ero decisa a comprarlo perché è piccino e ha un costo uguale a tutti gli altri libri più grandi e con maggiori pagine.
Mi sembrava uno spreco...
Ma poi è arrivato il mio compleanno, e ho "dovuto" scegliere quali libri comprare. Per caso mi è ricapitato in mano questo libercolo, e ho sentito che mi chiamava.
L'ho iniziato ieri sera e l'ho finito stamattina, ma mi ha lasciata felice. La piccola mercante è l'amica del protagonista, e vivono insieme tante avventure nel Regno delle Ombre.
Questo libro è una fiaba, fatta e finita. E' tutto dolcissimo, emana tenerezza, e io lo leggerei ai miei futuri figli e nipoti. La narrazione è fluida, e Fermine ha saputo creare una storia semplice, ma con tutti i personaggi e le avventure al posto giusto.
Abbiamo un protagonista, un'amica che lo aiuta nel suo viaggio, un alchimista malvagio che ce l'ha con loro, e mille altri personaggi secondari che i due bambini incontrano per strada. Catturano i sogni nel cimitero, guardano la luna di diamanti, cercano i bruzoni (le monete del luogo), trovano nuovi amici (gatti parlanti, querce col raffreddore, Acacie snob). Troviamo anche il mondo di oggi, con i genitori del protagonista che lavorano e non stanno mai col figlio. Tema scottante e attualissimo.
Ho una mezza idea di cercare gli altri libri dell'autore.


L'AUTORE:
Maxence nasce a Albertville nel 1968, ed è uno scrittore francese.
Dopo aver trascorso parte della sua infanzia a Grenoble, si trasferisce a Parigi, vivendovi per 13 anni. Riesce a iscriversi alla facoltà di Lettere per un anno, poi decide di partire per l'Africa, per lavorare in un ufficio in Tunisia. Dopo il successo di Neve (tradotto in 17 lingue), si è dedicato completamente alla scrittura di romanzi. Attualmente vive in Haute-Savoie con la sua famiglia e lavora dal 2010 come reporter per l'Alpes Magazine.
Di lui Bompiani ha pubblicato:
- Neve (1999)
- Il violino nero (2001)
- L'apicoltore (2002)
- La trilogia dei colori (2003) che contiene i tre volumi precedenti
- Opium (2003)
- Billard Blues (2004)
- Amazone e la leggenda del pianoforte bianco (2005)
- Tango masai (2006)
- L'ultimo sultano (2006)
- Il labirinto del tempo (2008)

1 commento: