Amazon+clickBank

giovedì 4 settembre 2014

Le 10 case di scrittori famosi da visitare almeno una volta nella vita

Vi è mai capitato di immaginare dove i più famosi scrittori hanno preso la loro ispirazione? Dove sono nati e cresciuti? Fortunatamente molte case natali dei più grandi scrittori di sempre sono state trasformate in musei. Se volete uno spunto per arricchire una vacanza o un week end, ecco la top ten delle case museo dei più importanti scrittori di sempre.

1. CHARLES DICKENS - Scrittore inglese, generalmente considerato il più grande del periodo Vittoriano. Le opere di Dickens sono caratterizzate dagli attacchi ai mali sociali, alle ingiustizie e all'ipocrisia di cui aveva fatto esperienza negli anni della sua infelice adolescenza quando venne costretto ad abbandonare la scuola per lavorare in fabbrica. Charles Dickens ha vissuto al numero 48 di Via Doughty dall'Aprile del 1837 al dicembre del 1839, un periodo breve ma importante, perché è qui che si è conquistato la sua reputazione. I visitatori della casa possono vedere alcuni manoscritti di Dickens, le lettere, i bozzetti dei suoi illustratori, le prime edizioni dei suoi libri, lo scrittorio che ha utilizzato per le letture pubbliche dei suoi lavori e molte altre mostre, compresi mobilio, immagini, libri e memorabilia.




2. MARK TWAIN - La casa dove Mark Twain ha vissuto con la sua famiglia e lavorato dal 1874 al 1891, è composta da ben 19 stanze e si trova ad Hartford negli Stati Uniti . Durante questo periodo incredibilmente produttivo, Twain ha scritto libri divenuti veri e propri classici della letteratura per ragazzi come le avventure di Tom Sawyer, e Le avventure di Huckleberry Finn. La Casa di MarkTwain é oggi un monumento ad uno dei più grandi scrittori e critici sociali dell'America. Contiene molti pezzi del mobilio originale compreso il letto veneziano e il tavolo da biliardo dell'autore, ed è stata annoverata fra i Beni Culturali Nazionali. Ha inoltre vinto un premio importante per l'opera di restauro che è stata condotta.




3. ERNEST HEMINGWAY - Ernest Hemingway, vincitore del premio Nobel, è l'autore americano le cui idee di coraggio rappresentano ancora oggi un modello cui ispirarsi. La casa in cui è nato nel 1899 è una graziosa casa vittoriana a Oak Parek; il museo esibisce alcune rare fotografie di Hemingway, il suo diario di infanzia, lettere, i suoi primi scritti ed altri oggetti. Esposizioni e filmati del museo mettono a fuoco i suoi primi 20 anni in Oak Park e le relative influenze sui suoi lavori successivi.




4. WILLIAM SHAKESPEARE - Le cinque Case di Shakespeare a Stratford-upon-Avon sono state splendidamente conservate dallo Shakespeare Birthplace Trust. Le case offrono la possibilità di immaginare il mondo di Stratford in cui William Shakespeare è nato, vissuto e morto. Ogni casa ha la propria affascinante storia da raccontare ed è possibile scoprire come vi si viveva ai tempi di Shakespeare. La costruzione in legno di Via Henley, con il suo ampio terreno nella parte posteriore, è stata comprata dal padre di Shakespeare, John, probabilmente in due fasi (nel 1556 e nel 1575): è la casa in cui Shakespeare ed i suoi fratelli e sorelle sono nati e cresciuti.




5. PABLO NERUDA - Poeta e diplomatico cileno, Pablo Neruda ha vinto il premio Nobel per letteratura nel 1971. Ha adottato legalmente questo nome nel 1946 dopo averlo usato per 20 anni come scrittore. Dal 1940 le sue opere hanno testimoniato le lotte politiche-storico-sociali della sinistra nell' America del sud, ma Neruda è anche autore di poesie d'amore. Ha vissuto in una casa nelle colline di Valparaíso: una casa con una vista meravigliosa della città e del porto di Valparaiso, piena di colori e di sorprendenti e bizzarri oggetti appartenuti al poeta. Egli ha chiamato la casa "La Sebastiana", ora proprietà della Fondazione Neruda che l'ha aperta al pubblico nel 1992.




6. LOUIS MAY ALCOTT – Orchard house, a Concord negli Stati Uniti, è la casa della famiglia Alcott ed il luogo in cui Louis May Alcott ha scritto "Piccole donne". Visitando Orchard House vengono introdotti i membri stessi della famiglia Alcott: Amos Bronson Alcott, filosofo e insegnante; Abigail May Alcott, donna emancipata del XIX secolo che fu anche una delle prime operaie pagate in Massachusetts; Anna Alcott Pratt, Meg in "Piccole donne", votata alla carriera di attrice; Louis May Alcott, Jo in "Piccole donne", autrice assai nota e fautrice della riforma sociale; Elizabeth Sewall Alcott, Beth in "Piccole donne", "l'angelo della casa," che muore poco prima che la famiglia si trasferisca in Orchard House e May Alcott Nieriker, Amy in "Piccole donne", che dedica la sua vita all’arte.




7. EDGAR ALLAN POE - Meglio conosciuto per i suoi poemi e brevi romanzi, Edgar Allan Poe, nato a Boston nel 1809, merita più elogi di qualunque altro scrittore per la trasformazione della breve storia da aneddoto in arte. Egli ha virtualmente creato la "detective story" e perfezionato il thriller psicologico; ha inoltre prodotto alcune delle critiche letterarie più influenti del suo tempo, influenzando la letteratura di tutto il mondo. Il museo di Poe rappresenta l'occasione per un viaggio nella Richmond del diciannovesimo secolo dove Edgar Allan Poe ha vissuto e lavorato. Il museo racconta la vita e la carriera di Edgar Allan Poe e i tanti anni trascorsi a Richmond attraverso immagini, oggetti e versi.




8. HONORE’ DE BALZAC - L'unica casa delle molte in cui visse Balzac che è rimasta intatta, in Rue Raynouard a Parigi, è oggi sede del museo di Honoré de Balzac (1799 - 1850), uno dei più grandi scrittori francesi. Balzac è maggiormente conosciuto per la sua "La Comédie Humaine" - una raccolta di storie, molte delle quali ambientate a Parigi. In questa particolare casa - che ha affittato a nome della sua governante per evitare le attenzioni dei suoi creditori - ha scritto alcuni dei suoi ultimi lavori, compreso La Rabouilleuse, Une Ténébreuse Affaire così come La Cousine Bette.




9. VICTOR HUGO - Poeta, scrittore, drammaturgo, critico, giornalista, storico... senza dubbio, Victor Hugo è uno dei più grandi letterati francesi. Le raccolte di illustrazioni, pitture e documenti raccontano la storia della sua vita. Aveva soltanto 30 anni quando si trasferì in una residenza piuttosto costosa in Place des Vosges. Si possono ammirare le penne che ha usato per scrivere la maggior parte delle sue più grandi tragedie e per la maggior parte de "I Miserabili", una ricostruzione della sua stanza da letto, il busto di Hugo di Rodin e lo "scaffale" dei quattro poeti con i calamai di Alexandre Dumas, Georges Sand, Lamartine e naturalmente Victor Hugo.




10. JANE AUSTEN – In un piccolo villaggio vicino a Southampton chiamato Chawton, è possibile visitare la casa dove Jane Austen visse in compagnia della madre, e pubblicò capolavori come Orgoglio e pregiudizio, e Ragione e sentimento. Uno splendido cottage immerso in un romantico giardino, completamente visitabile e che consente di toccare con mano l’ambiente che circondava la scrittrice inglese.




Fonte: Libreriamo

7 commenti:

  1. La casa di Dickens mi ha sempre affascinato! Quella di Twain l'avrei immaginata esattamente così! ^^

    RispondiElimina
  2. Non so perché, ma da quella di Poe mi aspetto un sacco di cose strane!

    RispondiElimina
  3. Quella della Alcott sembra fantastica *--* ��di qyeste non ne ho vista nemmeno una :3

    RispondiElimina
  4. Il mio sogno è andare a visitare quella di Jane Austen. Ho addirittura la foto nell'iPhone :/ E quella di Shakespeare!

    RispondiElimina
  5. Portatemi a casa di Shakespeare e della Austen, adesso.

    RispondiElimina
  6. Ah ^^ Ti ho taggata qui; spero ti faccia piacere ^^http://neversaybook.blogspot.it/2014/09/taylor-swift-book-tag.html

    RispondiElimina