Amazon+clickBank

domenica 19 ottobre 2014

BLOGGER LOVE PROJECT #5: Spell it Out Challenge/Create a Sentence Challenge - Life Outside the Books

DAY #5: THE BOOKSHELF
 

Eccoci tornati con il mitico Blogger Love Project. Siamo al quinto giorno, e anche oggi ho deciso di fare un unico post.

La prima parte prevede delle Challange. Quest'anno ce ne sono ben tre.

SPELL IT OUT CHALLANGE

Prendi la prima lettera del titolo di un qualsiasi libro letto e mettila insieme ad altri libri per creare una parola. Può essere il tuo nome, il tuo blog, il mese di nascita ecc.!

Allora ho deciso di formare semplicemente il mio nome: ALESSIA



















A  Allegiant
L  Legend
E  E le stelle non stanno a guardare
S  Spiderwick
S  Se fossi una strega
I  Il Quidditch attraverso i secoli
A  Amazzonia
 
 
CREATE A SENTENCE CHALLANGE

Prendi alcuni dei tuoi libri preferiti
Prendi le prime due parole di ogni libro
Aggiungi una parola a tua scelta
Ordinale in modo da creare una frase!

Vediamo un po' quali libri posso prendere...

IL DOTTORE   ("L'inganno delle pagine segrete")
SAPEVO COSA     ("Il profumo delle foglie di limone")
faceva
OLTRE I CONFINI    ("Deep blue")
del
LE SEGRETE    ("La terra delle storie #1).
SARA' MEGLIO    ("Il baco da seta")
scappare
SUL TRAGHETTO    ("La misura della felicità")
aI PRIMI RAGGI    ("Il delfino")
QUANDO MI SVEGLIO    ("Hunger Games")



LIFE OUTSIDE THE BOOKS

L'obiettivo di questa attività è di scrivere un post più personale sulla nostra vita al di fuori dei libri, su una nostra passione in particolare ecc. Insomma mettere un attimo i libri da parte e concentrarci sul blogger che sta dietro ai post e alle recensioni!

Concentriamoci dunque sulla vita fuori dal blog e lontana dai libri. Ho sempre amato tenermi impegnata, facendo quindi diversi sport. Ho iniziato alle Elementari con Ginnastica Artistica (4 anni), nuoto (1 anno), pallavolo (12 anni). Ho sempre amato muovermi, e anche se sono ferma e seduta devo sempre muovere qualcosa.
Dopo l'età aumenta, il lavoro ti sconvolge la vita, altri ritmi scandiscono le giornate e quindi si tende a cambiare gusti e priorità.
Dopo pallavolo sono passata al teatro (3/4 anni) nella Filodrammatica del mio paese. Ho lasciato lo sport perché volevo calcare le scene, e ho recitato e fatto la regista di un altro gruppo di ragazzi all'oratorio.
Ma poi ho deciso di cambiare, così ho finito per scegliere il canto, nel quale mi dicono essere portata.
Ho cantato 5/6 anni nel coro della parrocchia, che seguiva un repertorio religioso ma anche profano. Ho provato anche a fare la solista in alcuni concerti, anche se vi confesso che mi tremavano le gambe.
Poi ho deciso che la mia vita sentimentale e familiare avevano la precedenza, così sono andata a convivere e ho iniziato a curare la casa e il fidanzato (con mio sommo piacere).
Il canto non mi manca, canto tanto in macchina o a casa, e adoro il genere "Musical".
Durante gli anni nella cantoria di paese, ho anche insegnato ad un coro di voci bianche (per 5 anni circa), e subito dopo aver lasciato questa bellissima e faticosa attività per litigi con la presidente, ho insegnato anche ad un coro di adulti per un anno (era il gruppo anziani del paese).
Mi sembra di aver fatto un bel po' di cose, oltre a leggere a tappeto. Il blog è aperto solo da un anno e quattro mesi, quindi ho avuto altri 32 anni da riempire con ogni attività possibile.
Dimenticavo i mille mila anni passati in oratorio come animatrice e i mille lavori a tempo determinato che ho girato prima di approdare al lavoro fisso.


SPERO DI NON AVERVI TEDIATO!
E' sempre bellissimo stare qui
con voi nella blogosfera...





Nessun commento:

Posta un commento