Amazon

lunedì 9 marzo 2015

Novità CORBACCIO 2015: Fire, Sognando te, La vita è una pizza

Arriva il nuovo attesissimo romanzo di Jennifer Probst,
autrice bestseller amata dai lettori italiani
per la serie dei Contratti
 
Romantico, erotico… e con un tocco di soprannaturale:
Jennifer Probst stupisce e conquista
ancora una volta i suoi lettori.
 

»Romance« Pagine 160, € 13,90

In libreria: Marzo 2015

 

«Una boccata d’aria fresca e frizzante…»
[Morning Books and Coffee]
 
«Una storia brillante che sedurrà ogni lettrice!»
[As You Wish Reviews]
 
È giunta l’ora di incontrare un nuovo tipo di eroe… Dante Stark ha un dono e una maledizione al tempo stesso: in seguito a un’esperienza traumatica da bambino, ha acquisito un potere speciale che gli permette di salvare gli altri dal pericolo, ma a caro prezzo: la sua solitudine. Costretto a vagare per il mondo con la sua missione, Dante si rassegna al suo destino, fino a quando una giovane donna, che lui salva da uno stupro, lo costringe a confrontarsi con le sue paure più remote, i suoi desideri più ardenti, la sua capacità di amare.
 
L'AUTRICE:
Jennifer Probst è autrice di numerosi libri di Romance fiction Sexy&Erotic. Il successo mondiale è arrivato con la serie Contratto indecente, Contratto fatale, Contratto di passione e Contratto finale,  pubblicati in Italia da Corbaccio, che ha pubblicato anche Vendetta piccante e Cercando te.
Jennifer Probst vive a New York con il marito e i figli.

 
 
 
 

Dopo Cercando te, arriva il secondo libro della

nuova caldissima serie di Jennifer Probst,

autrice di Contratto indecente.

Continua il successo dei sexy romance
130.000 copie vendute
 

»Romance«  Pagine 340, € 13,90

Cosa succede quando un ingegnere aerospaziale che crede di conoscere solo le leggi della fisica scopre la legge del desiderio?
Kennedy Ashe dirige, insieme con le sue due migliori amiche, l’agenzia matrimoniale Kinnections a New York. Kennedy organizza appuntamenti fantastici, incoraggia i single più incalliti a farsi avanti e non rifiuta mai una sfida: neppure quando le si presenta davanti Nate Ellison Raymond Dunkle, scienziato aerospaziale, e soprattutto nerd spaziale e ultimo cliente di Kinnection. Riuscirà Kennedy a trasformare Nate nell’uomo più ambito e sexy del momento? Ma soprattutto cosa succederà se Kennedy, tormentata da un passato che le impedisce di trovare una relazione stabile, arriverà a capire che in realtà lei e Nate non sono poi così diversi fra loro?
 




Sono stato bambino troppo a lungo per non sapere esattamente cosa mi sarebbe servito per essere un bambino felice. E anche voi, solo che non ve lo ricordate.




Stefano D’Andrea
 
LA VITA E’ UNA PIZZA


Quando si è bambini non si riescono a fare le cose da adulti. Ed è anche giusto perché se no crescere non avrebbe senso. E quindi i bambini non possono guidare la macchina, non possono usare il denaro e contrattare un prezzo o amministrare la giustizia. I bambini fanno i bambini. Di solito piangono quando hanno fame o sonno, o se si sono fatti male, e quando c’è una difficoltà chiamano la mamma. Però è vero anche il contrario. Cioè che gli adulti non sono più capaci di fare le cose da bambini. Per esempio non sanno correre felici per casa quando scoprono che per cena c’è il loro piatto preferito. Spesso non sanno nemmeno piangere quando qualcosa li rende tristi o disperati. Gli adulti non danno più tanta importanza ai bisogni primari come il sonno o la fame o farsi abbracciare da chi gli vuol bene, come se con il tempo fossero diventate tutte cose inutili.
E invece no, nel fondo del nostro cuore, lo sappiamo benissimo, non sono cose inutili, ma tendiamo a dimenticarcene: per fortuna ci sono libri come La vita è una pizza che ce lo ricordano strappandoci un sorriso.
Stefano D’Andrea è nato a Milano nel 1967. Da anni scrive con Matteo Caccia i programmi di storytelling delle 16 su Radio 24, fra cui «Voi siete qui», la prima News&Talk italiana. È web editor e ghostwriter. Dal 2000 al 2007 ha insegnato Sociologia della comunicazione presso l’Università IULM di Milano ed è stato per anni insegnante di sostegno per bambini con problemi famigliari. Idea e realizza «Umani a Milano», la versione milanese di Humans of New York, una collezione di ritratti fotografici, che è diventata un «gigantesco processo di autocoscienza di una città, un giorno alla volta».

 
 

Nessun commento:

Posta un commento