Amazon+clickBank

lunedì 22 giugno 2015

RECENSIONE: Le ali della vita (Vanessa Diffenbaugh)


Titolo: Le ali della vita
Autore: Vanessa Diffenbaugh
Editore: Garzanti
Collana: narratori moderni
Pagine: 336 p.
Prezzo: 18,60 €
Uscita: 04/05/2015

Questa è la storia di un amore immenso e imperfetto, come la vita.
Questa è la storia della paura di una madre e del coraggio di un figlio.
Questa è la storia di come anche un solo abbraccio può scacciare dal cuore la solitudine.



Trama:
È notte e la nebbia è illuminata a tratti dai fari delle macchine che sfrecciano accanto a lei. Letty si asciuga l'ennesima lacrima e preme ancora più forte il piede sull'acceleratore. Deve correre il più lontano possibile, fuggire da tutti i suoi sbagli, è la cosa migliore per tutti. Perché la sua vita è stata difficile, ha inanellato una serie di errori uno dietro l'altro e adesso tutte le sue paure sono tornate a tormentarla, senza lasciarle una via di scampo. Intanto, ormai molte miglia lontano, i suoi due figli, Alex e la piccola Luna, stanno dormendo serenamente. Non sanno che la mamma li ha lasciati da soli nel loro letto, schiacciata dal terrore di non essere una buona madre. Convinta che senza di lei Alex e Luna saranno più felici.
Quando Alex si sveglia e si accorge che Letty non c'è più, capisce che non deve farsi prendere dal panico. Deve occuparsi della sorellina e seguire le regole. Perché Alex ha quindici anni ed è solo un ragazzino, ma è dovuto crescere in fretta per aiutare sua madre Letty e i suoi occhi troppo spesso tristi. A volte guarda verso il cielo e sogna di volare via, in un posto dove l'azzurro del cielo li possa di nuovo colorare di felicità. La sua passione sono la matematica e lo studio delle rotte migratorie degli uccelli. Da loro ha imparato che non importa quanto voli lontano, c'è sempre un modo per tornare a casa. Alex sa che deve trovare il modo di far tornare anche la sua mamma. Solo lui può farlo, solo lui può curare le sue ali ferite e farle spiccare di nuovo il volo. Perché anche quando l'orientamento è perso, l'amore può farci ritrovare la rotta verso il nostro cuore.


Dopo l'enorme successo del Linguaggio segreto dei fiori, bestseller internazionale venduto in più di 40 paesi, ancora ai vertici delle classifiche italiane a tre anni dall'uscita, Vanessa Diffenbaugh torna con un romanzo dalla forza dirompente.

4 COPERTINE DIVERSE
4 CIONDOLI DIVERSI, 4 SIGNIFICATI:
TROVA IL TUO PREFERITO

Lucchetto: fedeltà
Farfalla: libertà
Cuore: amore
Gabbia: coraggio di cambiare



Recensione:
Il secondo libro di Vanessa mi è piaciuto meno del primo. Probabilmente all'inizio mi ha colpito molto il carattere e le scelte della protagonista, non riuscendo a capire per quale motivo una madre si possa comportare così con se stessa e con i figli.
E' senza dubbio una storia che affronta tematiche importanti (come la gravidanza in giovane età o l'immigrazione), e i protagonisti sono ben caratterizzati tanto da sembrare reali agli occhi del lettore, e sicuramente è facile provare empatia.
Se cercate una storia intensa e delicata, questo libro potrebbe fare al caso vostro.
L'autrice è riuscita a scrivere un buon romanzo sulle dinamiche familiari, su cosa vuol dire crescere e diventare adulti, in modo originale rispetto alla sua prima opera di grande successo. I personaggi entrano nella mente del lettore divenendo persone a cui affezionarsi ed è questo il pregio di una buona storia.
Anche se all'inizio non ero riuscita a farmi prendere dalla vicenda, alla fine ho avuto l'impressione di lasciare amici di lunga data, lasciarli a percorrere la strada che si sono creati, che si sono scelti.
E' una storia di coraggio, paure, determinazione e crescita.
Sicuramente aspetto il prossimo libro di Vanessa, di cui apprezzo la scrittura, le tematiche, e la sensibilità nel trattarle.


Questo libro rientra nella Bookish Advisor 2015 Reading Challenge come: Un libro che ti ha fatto piangere.


L'Autrice:
Per scrivere Il linguaggio segreto dei fiori Vanessa Diffenbaugh ha tratto ispirazione dalla sua esperienza come madre adottiva. Dopo aver studiato scrittura creativa alla Stanford, ha tenuto corsi di arte e scrittura ai bambini delle comunità di accoglienza. Lei e suo marito hanno tre figli e vivono a Cambridge, nel Massachusetts. Il linguaggio segreto dei fiori è il suo primo romanzo.
Nel 2015 è uscito Le ali della vita, suo secondo romanzo.

I miei sbagli fanno male.
Ma l'amore mi può curare.
Non è mai troppo tardi per spiccare il volo.

«Vanessa Diffenbaugh ha colpito nella mente e nei cuori dei lettori.»
«La Stampa»

«Un'autrice fenomeno.»
«Vanity Fair»

«Vanessa Diffenbaugh affronta temi profondi e dolorosi senza perdere la leggerezza dello stile.»
«Il Piccolo»

«Una narratrice incantevole.»
«The Washington Post»

1 commento:

  1. Quuesto libro non è mai riuscito ad incuriosirmi, mi sa che per sta volta passo. ;)

    RispondiElimina