Amazon+clickBank

sabato 6 giugno 2015

RECENSIONE: Sulla sedia sbagliata (Sara Rattaro)



Titolo: Sulla sedia sbagliata
Autore: Sara Rattaro
Editore: Garzanti
Edizione: 2015
Pagine: 157 p.
Prezzo: 9,90 €
1° Edizione: 2010 edito da Morellini



Trama:
Andrea è accusato di aver ucciso Barbara, la fidanzata, in preda a un raptus e sotto l'effetto di stupefacenti. Valeria ha saputo dal giornale che il ragazzo che ama è accusato di aver strangolato la madre. Una donna ha visto uscire di casa la figlia e non sa che sarà per l'ultima volta, mentre Zoe sogna l'"uomo dal naso perfetto" e attende il trapianto... Vicende che si intrecciano e sovrappongono, vittime e carnefici che si scambiano i travestimenti nel teatrino dell'assurdo della vita. Una struttura originale e una scrittura toccante e coinvolgente disegnano storie talmente vicine alle nostre che sembrano appartenerci, componendo un vivace mosaico in cui ogni tessera si incastra armoniosamente.


Recensione:
Finalmente ho letto per ultimo, il primo libro di Sara Rattaro, uscito nel 2010 con la Morellini Editore, e ristampato da Garzanti nel 2015.
Ho sempre amato la scrittura di Sara, e anche in questo libro il suo stile non delude. Forse ho notato una scrittura più semplice, cruda per le storie che narra.
Sara è sicuramente cresciuta nel suo stile dagli albori a oggi. Ho apprezzato di più gli ultimi libri, forse perché erano storie uniche, e non racconti di personaggi diversi ma accomunati dalle tragedie della vita.
Questo libro ci presenta diverse persone, diverse situazioni, i dolori comuni e le loro sedie sbagliate. Conosciamo un carnefice, la madre di un assassino, la fidanzata di un condannato, una malata in attesa di trapianto, una famiglia che ha dovuto seppellire la figlia...
Storie diverse, graffianti, tanto distanti quanto legate da un filo conduttore che alla fine verrà svelato.
La storia è un turbinio di emozioni, allo stato puro.
Viviamo le inquietudini dei protagonisti, le loro ansie, le aspettative nulle, i lampi nei loro occhi spaventati.
E' un libro diverso, tante storie tremende che si alternano in una danza triste, intensa, viva, mentre il mondo va avanti da solo.
Come pensavo questo romanzo è stato all'altezza delle mie aspettative quindi non posso far altro che consigliarlo a chi in un libro cerca emozioni allo stato puro.

 

Questo libro rientra nella Bookish Advisor 2015 Reading Challenge come: Un libro ispirato ad una storia vera.



L'Autrice:
sara
Sara nasce in una famiglia di commercianti genovesi, specializzati in ottica.
Nel 1994 prende il diploma magistrale e quindi si iscrive all’Università di Scienze Biologiche dove si laurea nel 1999 con lode. Nel 2009 consegue la laurea anche in Scienza delle Comunicazioni presso l’Università degli studi di Genova.
Dal 1999 al 2006 frequenta più di una decina di corsi di specializzazione sia inerenti gli Studi clinici sia nel campo della Comunicazione conseguendo diploma al master in Comunicazione della Scienza «Rasoio di Occam» a Torino.

L’ESORDIO
Nel 2009 completa il suo primo romanzo Sulla sedia sbagliata che viene letto e scelto dall’editore Mauro MORELLINI. Il romanzo ottiene un buon successo di pubblico e critica. E’ lei in prima persona che si occupa di organizzare tutte le presentazioni del libro percorrendo tutta Italia e instaurando bellissimi rapporti con i “suoi librai”, come li definisce affettuosamente lei e che ancora oggi continuano ad ospitarla per le presentazioni dei suo libri.

IL SECONDO ROMANZO
Nel 2011 scrive il suo secondo romanzo Un uso qualunque di te. Una storia che le esplode “prima nella testa e poi nella mani”. Nello stesso anno incontra l’agente letterario Silvia Meucci con la quale instaura un rapporto lavorativo e personale bello e proficuo. Il romanzo viene scelto da GIUNTI Editore.
Il libro esce il 14 marzo 2012 con 20.000 copie vendute in una settimana e viene tradotto in 9 lingue. Una confessione tutta la femminile di Viola, mamma e moglie controversa che insieme alla figlia Luce e al marito Carlo danno vita ad una storia che “esplode nella testa e nel cuore”, diventando un vero fenomeno del passaparola tra i lettori.

L’INCONTRO CON GARZANTI
In occasione del suo terzo romanzo, Sara incontra Garzanti con il quale, nel maggio 2013 pubblica il best seller Non volare via che entra immediatamente nelle classifiche permanendovi per molte settimane. All’estero Non volare via si conferma in Europa e vola oltreoceano conquistando anche il Brasile.
Nel settembre del 2014 sempre con Garzanti pubblica Niente è come te, una storia vera che tratta di un tema molto delicato: la sottrazione internazionale dei minori. E’ l’emozionante e bellissima storia di un papà e di una figlia, Francesco e Margherita, che si rincontrano dopo 10 anni.
In questi mesi Sara ha lavorato sulla ripubblicazione con Garzanti del suo primo romanzo Sulla sedia sbagliata che è appena uscito, a Maggio 2015.
L'uscita del prossimo inedito, completato nei mesi finali del 2014 è prevista per la fine del 2015…

Nessun commento:

Posta un commento