Amazon

domenica 29 novembre 2015

RECENSIONE: Preghiera per Cernobyl' (Svetlana Aleksievic)

 
Titolo: Preghiera per Cernobyl'
Autore: Svetlana Aleksievic
Editore: Edizioni E/O
Pagine: 300 p.
Uscita:  Edizione 2015
Prezzo: 14,00 €


Trama:
«Questo libro non parla di Černobyl’ in quanto tale, ma del suo mondo. Proprio di ciò che conosciamo meno. O quasi per niente. A interessarmi non era l’avvenimento in sé, vale a dire cosa era successo e per colpa di chi, bensì le impressioni, i sentimenti delle persone che hanno toccato con mano l’ignoto. Il mistero. Černobyl’ è un mistero che dobbiamo ancora risolvere... Questa è la ricostruzione non degli avvenimenti, ma dei sentimenti. Per tre anni ho viaggiato e fatto domande a persone di professioni, destini, generazioni e temperamenti diversi. Credenti e atei. Contadini e intellettuali. Černobyl’ è il principale contenuto del loro mondo. Esso ha avvelenato ogni cosa che hanno dentro, e anche attorno, e non solo l’acqua e la terra. Tutto il loro tempo. Questi uomini e queste donne sono stati i primi a vedere ciò che noi possiamo soltanto supporre... Più di una volta ho avuto l’impressione che in realtà io stessi annotando il futuro».


Recensione:
Questo libro è la più interessante e sconvolgente raccolta di testimonianze che io abbia mai letto. Parla di una nazione che io ho visitato per due anni, che ho amato e aiutato, e ho scoperto quello che hanno provato e fatto quelli che si trovavano lì allo scoppio della centrale.
È una lettura da fare con coraggio, forza e aprendo il cuore al dolore. Non è un romanzo sull'esplosione, sulla ricerca della colpa o altro.
Vivi al fianco dei protagonisti, senti i loro ricordi, ami e soffri con loro, vedi la bellezza della Bielorussia con i loro occhi. E posso confermarvi che è veramente bella come loro ci raccontano.
È un libro sulla memoria, è doveroso conoscere questi episodi crudeli, che sarà difficile dimenticare.
È un libro commovente, poesia e nuda verità. E ci si stupisce del fatto che non trapeli rabbia da queste testimonianze, ma dolore e voglia di vivere, di ricominciare, di restare nelle proprie casette fino alla fine.
Stupendo, da leggere.
Capisco perché l'autrice ha vinto il premio Nobel quest'anno.


Questo libro rientra nella Bookish Advisor 2015 Reading Challenge come: Un libro di memorie.




L'Autrice:
Svetlana Aleksievič, tradotta in più di venti lingue, è una delle maggiori giornaliste e scrittrici contemporanee. In Italia ha vinto il Premio Sandro Onofri per il reportage narrativo nel 2002. Nel 2013 ha vinto il prestigioso premio internazionale per la pace “Peace Prize of the German Book Trade”. Le edizioni E/O hanno pubblicato Ragazzi di zinco e Preghiera per Černobyl’. Nel 2015 ha vinto il Premio Nobel per la Letteratura.

Nessun commento:

Posta un commento