Amazon+clickBank

sabato 5 dicembre 2015

RECENSIONE: Il vento dell'oceano (Sergio Bambarén)



Titolo: Il vento dell'oceano
Autore: Sergio Bambarén
Editore: Sperling & Kupfer
Pagine: 146 p.
Uscita: 2003
Prezzo: 13,90 €



Trama:
Un uomo cammina su una scogliera e guarda l'oceano cercando di ritrovare la serenità di quando, da piccolo, passeggiava in quel luogo magico insieme alla madre. All'improvviso si imbatte in un libriccino abbandonato su una roccia e tutto cambia: è il diario di un appassionato surfista, proprio come lui. Attratto, l'uomo si tuffa in una lettura straordinaria, ricca di incontri ed esperienze interiori, che - in dodici giorni e dodici notti - lo cambierà per sempre. Un'incredibile lezione di vita, cantata dal vento e scritta dalle onde, che ci insegna a riconoscere la Verità. La Verità di un tramonto sul mare, del ricordo di un amore o dello sguardo di un bambino.



Recensione:
Profondo, tenero, dolcissimo.
Libro che fornisce molti spunti di riflessione, specie in una società frenetica come la nostra. Valori e speranze che non si dovrebbero mai perdere. L'ho apprezzato molto. Consiglio di leggerlo ad ogni età.
Bambarèn è sempre bravissimo! Ho comprato e letto in poco tempo anche questo capolavoro... lo trovo molto riflessivo e TUTTI avrebbero bisogno di ritrovare il "linguaggio della verità". Spesso ci perdiamo in tante cose futili senza vedere le cose importanti della vita! Forza e coraggio a tutti i lettori e anche ai non!




L'Autore:
Sergio Bambarén è un autore australiano, nato in Perù e vissuto molti anni negli Stati Uniti.
Esperto surfista, sensibile alle battaglie ecologiste per la salvaguardia dei mari, ha scritto libri di grande successo, che evocano promontori sconosciuti, brezze d'oceano e cieli d'un azzurro assoluto.
E' stato in Portogallo, in una meravigliosa spiaggia circondata da foreste di pini chiamata Guincho, che Sergio Bambarén ha scoperto il significato profondo dell'esistenza e ha trovato un amico davvero speciale: un delfino solitario che gli ha ispirato il primo romanzo, "Il Delfino",  pubblicato a sue spese nel 1996.
Improvvisamente ogni cosa è cambiata nella sua vita: in Australia Il Delfino ha venduto più di 60.000 copie. Attualmente è stato tradotto in più di 25 lingue comprese il russo, il cantonese e lo slovacco.
La conoscenza dell'ambiente marino e la volontà di salvaguardare i cetacei, hanno reso Sergio Bambarén vice-presidente dell'Organizzazione Ecologica Mundo Azul (Blue World), e lo hanno spinto a viaggiare continuamente, nello sforzo costante di preservare gli oceani e le creature che li abitano.

LIBRI:
  • Il delfino, Sperling & Kupfer, 1996
  • L'onda perfetta. Scegli di essere felice, Sperling & Kupfer, 1999
  • Vela bianca, Sperling & Kupfer, 2000
  • Serena, Sperling & Kupfer, 2001
  • Stella, Sperling & Kupfer, 2002
  • Il guardiano del faro, Sperling & Kupfer, 2002
  • Il Sole e la Cometa, Sperling & Kupfer, 2003
  • Il Vento dell'Oceano. Lasciati portare alla scoperta dell'autentico senso della vita, Sperling & Kupfer, 2003
  • Blu, Sperling & Kupfer, 2004
  • Notte di luce, Sperling & Kupfer, 2004
  • La rosa di Gerico. Anche quando la vita ti appare come un deserto dentro di te puoi trovare un fiore, Sperling & Kupfer, 2005
  • Fratello mare, Sperling & Kupfer, 2006
  • La musica del silenzio. Ascolta la voce del mare e segui il tuo destino, Sperling & Kupfer, 2007
  • Il delfino e le onde della vita, Sperling & Kupfer, 2008
  • Lo spirito del mare, Sperling & Kupfer, 2008
  • Il fiume di cristallo, Sperling & Kupfer, 2009
  • Lettera a mio figlio sulla felicità, Sperling & Kupfer, 2010
  • I sogni dei bambini, Sperling & Kupfer, 2011
  • Il cuore dell'oceano, Sperling & Kupfer, 2012
  • Il Piccolo Libro del Sognatore, Sperling & Kupfer, 2012
  • Lettera a un'Amica che ci Sarà per Sempre, Sperling & Kupfer, 2013
  • L'eco del deserto, Sperling & Kupfer, 2014

  • 1 commento:

    1. Ciao Alessia hai proprio ragione, siamo talmente presi dal correre a destra e a manca che spesso perdiamo di vista ciò che è davvero importante...grazie per questo consiglio, mi segno il titolo, c'è sempre bisogno di speranza al giorno d'oggi :-)

      RispondiElimina