Amazon+clickBank

domenica 30 dicembre 2018

RECENSIONE: Andiamo a vedere il giorno (Sara Rattaro)


Titolo: Andiamo a vedere il giorno
Autore: Sara Rattaro
Editore: Sperling & Kupfer
Uscita: 2018
Pagine: 204 pp.
Prezzo: 16,90 €




Trama:
Una figlia, una madre, un viaggio on the road. Una famiglia che sa ritrovarsi. Un gesto di perdono che vale più di mille parole. Alice è stata una figlia modello e una perfetta sorella maggiore, quella che in famiglia cercava di tenere insieme tutti i pezzi mentre il padre stava per abbandonarli, quella che per prima ha trovato il modo di comunicare con il fratellino, nato privo di udito, e di farlo sentire «normale». Ha pensato agli altri prima che a se stessa, ha seguito le regole prima che il cuore e adesso, di fronte a una passione che ha scardinato tutti i suoi schemi e le sue certezze, si ritrova a mentire, tradire, fuggire. Ma sua madre, Sandra, non ha alcuna intenzione di lasciarla sola. Su quel volo per Parigi c'è anche lei, e insieme iniziano un viaggio che è un guardarsi negli occhi e affrontare tutti i non detti, a partire da quel vuoto che ha rischiato di inghiottire la loro famiglia tanti anni prima. Alice si illude che, ritrovando la persona che si era insinuata nelle crepe della loro fragilità, possa dare una risposta a tutti i perché che si porta dentro, magari capire ciò che sta accadendo a lei ora, vendicare il passato e punire se stessa. Le occorreranno chilometri e scoperte inattese, tuttavia, per comprendere che non è da quella ricerca che può trovare conforto. Perché una sola è la verità: la perfezione non esiste, solo l'amore conta, solo l'amore resta. E la sua famiglia, così complicata, così imperfetta, saprà dimostrarle ancora una volta il suo senso più profondo: essere presente, sempre e a ogni costo. Per continuare insieme il cammino, qualunque sia la destinazione.



Recensione:
Ecco che ho finito tre libri in tre giorni, e i miei libri di Natale sono già stati decimati. Ma il libro di Sara riesce sempre a portarti in un mondo vero, parlando di argomenti forti, con una dolcezza e una delicatezza impressionanti.
Questa storia parla di una famiglia all'apparenza perfetta, ma ci sono tradimenti, ripensamenti, litigi e rappacificazione. C'è un filo che lega genitori e figli, anche nei loro errori.
E poi trovate l'Amore, quello con la A maiuscola, che non sempre è quello classico delle favole. A volte questo pazzo sentimento ti porta a percorrere vie inaspettate, e il cuore batte come mai prima.
Altre volte si nasconde nei luoghi più impensati, per farsi trovare all'ultimo, per portare la pace nella vita di tutti i giorni.
Mi sono commossa delle scelte delle due protagoniste, del loro viaggio, e dell'epilogo del romanzo. E' stato bellissimo e struggente, crudo e dolcissimo.
Sara sa raccontare storie attuali, portando alla luce storie di ogni giorno, storie che ci possono toccare in prima persona o sfiorarci con le vite di familiari e amici.
Pensiamo spesso che certe cose non ci capiteranno mai, e poi senti storie simili intorno a te, e capisci quanto vere e dolorose siano le vite quotidiane di tutti noi.
Amo Sara e la sua scrittura, il suo scrivere fluente di argomenti spesso tabù ma tanto attuali.


                                                      


L'Autrice:
Sara Rattaro è nata a Genova. Laureata in Biologia e in Scienze della Comunicazione, ha lavorato come informatore farmaceutico prima di dedicarsi completamente alla sua grande passione, la scrittura. È già autrice di cinque romanzi, accolti con grande successo da librai, lettori e critica, e tradotti in nove lingue: Sulla sedia sbagliataUn uso qualunque di teNon volare via(Premio Città di Rieti 2014), Niente è come te (Premio Bancarella 2015), Splendi più che puoi(Premio Rapallo Carige 2016).



"Scrivere mi piace partecipa al Programma Affiliazione di Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it" 


Nessun commento:

Posta un commento