Amazon+clickBank

mercoledì 22 ottobre 2014

RECENSIONE: Blu (Sergio Bambaren)



Titolo: Blu
Autore: Sergio Bambaren
Editore: Sperling & Kupfer
Dati: 2004, 153 p., rilegato
Prezzo: 13,90 €


TRAMA:
Arrivato sull'isola di Tobago, il protagonista scopre un luogo sospeso nel blu, dove perdersi è la condizione necessaria per ritrovarsi. Dove l'avventura è l'incontro con l'oceano, vissuto con uno sguardo insolito, da sotto in su: armato di muta e bombole, il protagonista si cimenta in uno sport estremo in cui la paura è costante. Un'esperienza che coinvolge tutti i sensi, dominata dall'ascolto sott'acqua del proprio respiro amplificato, capace di far sentire vivi e di far tornare a vedere il cielo con una nuova consapevolezza di sé.


RECENSIONE:
Come tutti i libri di Bambaren che ho letto, trovo sempre una dolcezza e una saggezza infinita tra queste pagine. Alcuni lo definiscono banale, ma forse dipende dall'umore col quale si legge.
Sembra di viverlo questo libro, di essere noi stessi i protagonisti, perdendoci nell'immensità del mare ed essere un tutt'uno con esso.
E' un libro che trasmette pace interiore, quella dell'anima, che il protagonista riesce a trovare facendo la nuova esperienza di sub. Per quanto mi riguarda la frase in cui Sergio Bambaren scrive che "quando il corpo incontra l'acqua la mente si svuota" svela una grande verità. Lo consiglio a chi ama il mare, chi adora perdersi nella sua profondità senza indugiare, per chi cerca un po' di serenità, e a chi ha bisogno di una leggera pace dell'anima...
Si dovrebbe rileggerlo più volte, perché aiuta parecchio la mente grazie alle descrizioni dettagliate.


Nessun commento:

Posta un commento