Amazon+clickBank

sabato 25 maggio 2019

RECENSIONE: La Signora degli scrittori (Sally Franson)


Titolo: La signora degli scrittori
Autore: Sally Franson
Editore: Garzanti
Pagine: 304 pp.
Uscita: 21/03/2019
Prezzo: 18,60 €


Trama:
Casey è giovane e brillante. È brava nel suo lavoro, nonostante la sua direttrice sia una donna impossibile, pronta a bocciare ogni proposta e a incutere timore a chiunque le stia intorno. Così, quando per la prima volta le affida un progetto da seguire da sola, Casey non può dire di no. Nessuno ha mai osato farlo. Eppure, quella che si trova di fronte sembra davvero un’impresa impossibile: convincere degli scrittori di grido a fare da testimonial per la pubblicità. Convincerli a uscire dal mondo dorato della letteratura, a esporsi in prima persona per qualcosa di diverso dalla loro opera. Casey ci mette tutto il suo impegno e comincia a incontrarli, uno dopo l’altro. Si trova ad avere a che fare con personaggi molto particolari: uno vuole sempre avere ragione; un altro odia tutti i colleghi; c’è quello che non ha mai letto un libro; e quello che non ha scritto nemmeno una riga dei suoi romanzi; un altro ancora non fa nulla senza tornaconto. Con Ben Dickinson, invece, Casey entra subito in sintonia, anche se sa che si tratta di lavoro e che non può lasciarsi andare. Per di più non ha tempo da trascorrere con lui, perché deve seguire le indicazioni della direttrice, che la conducono dritta dritta alla Fiera di Los Angeles: libri ovunque e cene infinite a parlare di lavoro. Un sogno per Casey. Un sogno che presto si trasforma in un incubo, perché qualcosa di inaspettato rischia di vanificare tutti gli sforzi fatti fino ad allora. Casey ha paura che la colpa sia solo sua, ma c’è chi è pronto a farle cambiare idea. Perché bisogna sempre credere nelle proprie capacità. Bisogna far sentire la propria voce, anche quando non viene ascoltata. Costi quello che costi.



Recensione:
Questo romanzo mi è sembrato molto deludente all'inizio, i primi capitoli erano tanto lenti e avrei voluto fermarmi. La protagonista era davvero una sciocca narcisista, un po' superficiale e presa da se stessa e dal lavoro.
Mi sono sforzata un poco, e dopo l'incubo che Casey deve superare, ho apprezzato tutto: la scrittura più fluida e coinvolgente, la protagonista che cresce e cambia in meglio, le sue scelte di vita, le sue opportunità e il finale dolcissimo.
E' un romanzo femminile nella penna e nel pubblico a cui è rivolta, ma in realtà chiunque è adatto a leggere questa storia. E' un canto alla battaglia per i propri sogni, a non rinunciarvi mai, e sprona le donne a credere sempre in loro stesse e a chiedere sempre di più dalla vita.
Ve lo consiglio, perché è un viaggio nel mondo dei libri, come mai ne avete visti.





L'Autrice:
Sally Franson vive a Minneapolis, negli Stati Uniti, e scrive per numerose riviste di settore.


venerdì 17 maggio 2019

RECENSIONE: Sentirai parlare di me (Sara Rattaro)


Titolo: Sentirai parlare di me
Autore: Sara Rattaro
Editore: Mondadori
Uscita: 2019
Pagine: 144 pp.
Prezzo: 15,00 €



TRAMA:
«Non ho mai scritto una parola che non venisse dal cuore. Né mai lo farò.Questo è il mio motto. È una frase pronunciata da Nellie Bly, una donna molto coraggiosa che ha sempre lavorato al servizio della verità. Ne avete mai sentito parlare?» Vita e avventure della prima reporter della Storia



RECENSIONE:
Come sempre, ho adorato ogni parola scritta da Sara. Amo la sua scrittura, la sua penna, il suo modo di raccontarmi il mondo. E' il secondo libri dell'Autrice su personaggi importanti della nostra storia, il secondo per la Mondadori Ragazzi, e ho scoperto con questo romanzo una donna che ha cambiato la storia recente.
C'è poco da dire, se non che consiglio questo libro a tutti. E' un libro che parla di sogni da realizzare, anche quando la strada è in salita e vogliamo arrenderci.
E' un inno al coraggio, spronando i giovani a inseguire i sogni. Leggetelo, tutti, subito.



L'AUTRICE:

E' autrice, tra gli altri successi, di "L'amore addosso" (Sperling & Kupfer). Laureta in Biologia e Scienze della Comunicazione, ha conseguito il master di divulgazione scientifica "Rasoio Occam" e ha lavorato come informatore farmaceutico prima di dedicarsi completamente alla sua grande passione, la scrittura. E' oggi una delle più note scrittrici italiane, accolta con grande successo dai librai, lettori e critica. "Il cacciatore di sogni" è il suo primo romanzo per ragazzi.




domenica 28 aprile 2019

RECENSIONE: Le 23 regole per diventare scrittori (Baccalario-Gatti)


Titolo: Le 23 Regole per diventare scrittori
Autori: P.Baccalario - A.Gatti
Editore: Mondadori
Uscita: 13/09/2016
Pagine: 221 pp.
Prezzo: 13,00 €



TRAMA:
Un manuale, ricco di spunti, suggerimenti pratici e trucchi del mestiere per imparare l'arte della scrittura. I giovani lettori vi troveranno tutto ciò che occorre per architettare un'ingegnosa trama, descrivere una situazione insolita e financo bislacca, aggiustare una prosa zoppicante e raggiungere in questo modo la fama imperitura.
Età di lettura: da 12 anni.






RECENSIONE
E' stato un libro molto ironico e divertente, dove i due autori sono anche i protagonisti della storia. E tramite queste pagine, insegnano ai lettori i segreti per diventare scrittori. Sappiate che ho iniziato anche io a fare gli esercizi proposti alla fine di ogni capitolo, perché il romanzo mi ha ispirato e dato una voglia matta di scrivere.
Devo imparare a scrivere un poco tutti i giorni, senza cercare di scrivere un romanzo completo in 12 ore. Ho amato ogni riga, e ho rivisto consigli importanti che avevo sentito ad un corso di scrittura creativa al quale avevo partecipato.
E' un piccolo romanzo di formazione,  anche per i più giovani, o per i neofiti che non sanno da che parte iniziare una storia, breve o lunga che sia.
Ringrazio infinitamente gli Autori per avere avuto questa fantastica e divertente idea, e la Mondadori per aver permesso loro di regalare alcuni loro preziosi consigli agli scrittori in erba.





martedì 23 aprile 2019

RECENSIONE: Medioevo (Elvio Ravasio) - BLOG TOUR



Eccoci arrivati all'ultima tappa di questo bellissimo Blog Tour. Elvio ci ha fatto conoscere, insieme ai blog amici che hanno collaborato con me, il suo ultimo libro.
Ecco dunque per voi la mia recensione ad un libro molto particolare, bello da leggere e consigliare...





Titolo: Medioevo
Autore: Elvio Ravasio
Editori: Gribaudi
Uscita: 28/02/2019
Pagine: 442 pp.
Prezzo: 16,90 €


Trama:
Passato e presente si intrecciano. Siamo nel 2354, una casta elitaria conosce l'immortalità e l'uso insensato della tecnologia sta portando il pianeta alla devastazione. Un vecchio mago e una giovane strega uniranno i loro poteri contro i biocyborg al comando. Solo un viaggio nel passato può rimediare a un futuro senza futuro, ma questa tecnologia ancora non esiste. Cosa succederà?




Recensione:
Ecco finito un nuovo libro di Elvio, e l'ho apprezzato tantissimo. Ho visto la sua scrittura evolversi dai suoi primi libri, diventare più matura e molto scorrevole. Ho divorato le 400 pagine in pochi giorni, proprio perché la lettura fluida era molto intrigante e avventurosa.
Ho apprezzato moltissimo l'uso della magia combinata con la tecnologia, e le brillanti idee e spiegazioni scientifiche per spiegare i poteri magici dei ribelli.
Ho amato ogni sfaccettatura di questo romanzo, dalla potente e irascibile strega protagonista, alla schiettezza millenaria del mago che la aiuta a ritrovare i suoi poteri, alla "Frontiera" che protegge tutti i coloni, e a tutti i cattivi, compresi i due temibili Cyborg.
E' un'avventura densa di alti e bassi, di crescita personale, di scoperta di valori persi nei secoli, una lotta contro un male atavico



L'Autore:
Elvio Ravasio nasce a Lecco nel '64. Dopo il diploma in chimica si trasferisce a Milano, dove la passione per i libri lo porta a intraprendere l'attività di rilegatore che non ha mai abbandonato.
Il negozio, in centro storico a Milano, viene poi allargato negli anni '90, e trasformato in librerie/legatoria.
Lettore compulsivo di letteratura Fantasy, è da sempre appassionato di fumetti, cinema, serie tv e cartoni animati.
Cerca di trovare un equilibrio dividendo la sua vita tra famiglia, letteratura, sport e lavoro, ma non ci riesce quasi mai.



Si conclude qui questo bel viaggio
in un romanzo d'eccezione.
Che aspettate?
Correte subito in libreria...



mercoledì 17 aprile 2019

RECENSIONE: Il castello di Wheldrake (Francesca Serafini)


Titolo: Il castello di Wheldrake
Autore: Francesca Serafini
Editore: Il seme bianco
Pagine: 144 pp.
Uscita: 01/02/2019
Prezzo: 13,90 €



Trama:
Ayslin, un'orfana sassone, nell'autunno del 1066 si trova al centro dei giochi di potere tra due re che si contendono il trono inglese, arrogandosi il diritto di decidere del suo futuro offrendola in sposa a chi conviene loro.
Sfuggita al matrimonio di Stato con un vecchio Lord scozzese, incontra, proprio come in una favola, nel profondo ventre di un folto bosco, l'amo dei suoi sogni: Beowulf, un guerriero normanno.
Quando la fanciulla scopre che re Guglielmo l'ha promessa al normanno, fugge di nuovo, decisa a non appartenere mai a nessun uomo. Beowulf non è felice all'idea di doversi sposare, ma resta ammaliato dalla sua dolcezza e dal suo carattere ribelle.
Onore, innocenza, perversione e violenza si mostreranno loro lungo la strada. Troveranno la forza di scegliere l'Amore?



Recensione:
Questo ebook l'ho iniziato con molta curiosità e mi sono ritrovata a finirlo in pochi giorni. La scrittura dell'autrice mi ha preso come non mai, portandomi in terre antiche, in un romanzo storico che ho amato e apprezzato molto.
La scrittura è molto fluida e coinvolgente, e i due protagonisti principali hanno dei caratteri molto forti, ma che si completano a vicenda. Ho spesso voluto tirare due schiaffi alla tumultuosa Lady Ayslin, per le sue reazioni eccessive, ma posso immaginare che a quell'epoca molte cose non fossero tollerate. Comunque il suo cambiamento, la sua crescita, si dipanano con giusta misura in tutto il libro.
Amo i romanzi storici, e credo che questo sia stato, non solo ben scritto, ma anche ben studiato. L'ambiente che circonda la storia rispecchia l'epoca nel quale è ambientato. Molti dettagli sono curati e i sentimenti dei protagonisti la fanno da padrone, coinvolgendo il lettore.
Mi sono ritrovata a cavalcare in quell'epoca buia di intrighi e guerre, quasi in una corte di Re Artù, ma con protagonisti di grande spessore e rilevanza.
Grazie all'autrice per avermi permesso di volare tra le sue righe, è stato davvero meraviglioso.
Lettura consigliata a tutti, una lettura coinvolgente, piena di lealtà e amore.


                                                            


L'Autrice:

Sognatrice, blogger, autrice, nata sotto il segno dei pesci a Roma, un imprecisato numero di anni fa. Ha svolto innumerevoli lavori mentre studiava, affrontando la vita sempre con gentilezza e piglio deciso. Ritiene la scrittura una vera e propria terapia per l’anima da condividere con gli altri.
Quando ha tempo e non lavora, sogna, legge, scrive, dipinge o cucina, accompagnata da un immancabile buon sottofondo musicale.
Qualche anno fa in un momento di follia ha aperto un blog culinario in cui condividere i risultati delle sue fatiche e, da poco il suo sito neonato di scrittrice.
Afflitta da alcune terribili dipendenze, come: leggere e scrivere in modo compulsivo, la psicologia, riguardare fino allo sfinimento la serie originale di Star Trek, la pizza e il gelato al pistacchio; ha attacchi di panico se in casa manca il barattolo della Nutella.
In terapia disintossicante fin dalla più tenera età, per ora ancora non ha notato risultati rilevanti. Al massimo riesce a non toccare la Nutella per due mesi, prima di una ricaduta.
Potrebbero dichiararla cintura nera di cyclette, se la utilizzasse tutte le volte che ha pensato di farla…
sito: link
mail: infoAutrice@francescaserafini.it

martedì 9 aprile 2019

RECENSIONE: Le improbabili avventure di Mabel Jones (Will Mabbitt)


Titolo: Le improbabili avventure di Mabel Jones
Saga: Mabel Jones #1
Autore: Will Mabbitt
Editore: Mondadori
Uscita: 2015
Pagine: 312 pp.
Prezzo Ebook: 7,99 €
Prezzo Copertina rigida: 14,40 €





Trama:
Non mettetevi le dita nel naso! L'intrepida Mabel Jones ha commesso il Misfatto e, ancora in pigiama, è stata prima "insaccata" e poi trasportata sull'improbabile Verme Ferocie, il vascello di bestie-pirata più sconclusionato dei Sette Mari.
Il crudele Capitano Split, un temibile lupo con l'alito che non profuma certo di menta, vuole sacrificare la ragazzina facendola camminare sul Palo Untuoso della Morte Certa. Famelici squali e balene con il mal di mare, in grado di emettere i più roboanti rutti mai sentiti, pregustano già il suo corpicino.
Ma lei possiede un talento prezioso per la ciurma: sa leggere! La mappa del capitano potrà così essere decifrata e il Verme Feroce partirà alla ricerca del tesoro...



Recensione:
Questo libro è stato una lettura bella e leggera. E' un romanzo disimpegnato, per lettori piccoli ma anche per passare qualche giorno con la mente sgombra. Mi è piaciuta subito la coraggiosa Mabel, che capita per caso in quel mondo fantastico pieno di animali, pirati e qualche uuuumano.
Senza avere la possibilità di scegliere, si trova in mezzo ad una ciurma inquietante, nella quale però trova il suo posto.
Il Capitano è un po' troppo cattivo e minaccioso, ma alla fine si scoprirà il suo scopo. E anche qualcosa in più del luogo dove si trova ora la giovane Mabel.
La protagonista saprà trovare la giusta soluzione ai guai dei pirati, alla ricerca di un fantomatico tesoro, alla rincorsa di una stella cometa.
Sono bellissimi anche i disegni che decorano le pagine del libro, e le parole o le frasi che intervallano la pagina scritta. E' un libro per piccoli, ma molto divertente per i più grandi.
Dopo aver finito il libro, ho scoperto che esiste già un continuo delle avventure di Mabel, quindi penso proprio che non me lo farò scappare.
Ve lo consiglio, se volete ridere e passare qualche giorno pieno di avventure e improbabili amicizie.



                                                          


L'Autore:
Scrive sui treni, ai tavolini d'angolo dei bar e a volte, quando il suo computer è scarico, scrive direttamente nella sua testa.
Ha lavorato per Disney, Nickelodeon e Cartoon Network. Vive nel sud dell'Inghilterra.


"Scrivere mi piace partecipa al Programma Affiliazione di Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it"

sabato 16 marzo 2019

RECENSIONE: Petrademone (Manlio Castagna)


Titolo: Petrademone #1
Sottotitolo: 1. Il libro delle porte
Autore: Manlio Castagna
Editore: Mondadori
Uscita: 2019
Pagine: 266 pp.
Prezzo Copertina rigida: 17 €
Prezzo Brossura: 11 €
Prezzo Ebook: 6,99 €



TRAMA:
Quando arriva a Petrademone, la tenuta fra i monti in cui gli zii allevano border collie, Frida ha perso entrambi i genitori ed è chiusa in un bozzolo di dolore.
Ma in quello che potrebbe essere il posto ideale dove guarire le ferite dell'anima, Frida avverte un'oscura minaccia. Insieme ai suoi tre nuovi amici e altri improbabili alleati, la ragazza comincia così l'Avventura che cambierà la sua vita per sempre.




RECENSIONE:
E' stata una lettura affascinante e avventurosa, con sfumature Fantasy e Dark. Ho tenuto spesso il fiato sospeso in attesa di quello che sarebbe accaduto di lì a qualche pagina.
E' una storia di crescita, di cambiamenti, di Frida che è rimasta orfana e deve imparare di nuovo ad aprirsi al mondo e alle altre persone.
E' una storia di scoperta, di segreti nascosti, di altri mondi molto pericolosi, e di un inaspettato futuro. Cosa scoprirà su di sé la protagonista, e sui suoi defunti genitori? Cos'hanno di speciale i cani di Petrademone? Cosa si aggira in quella città di così spaventoso?
Frida aprirà il cuore all'amicizia, all'affetto per gli zii, e ad un inaspettato batticuore.
Una lettura coinvolgente, da fare tutta d'un fiato.
Consigliatissimo, per un'avventura oscura al cardiopalma.





                                                              

L'AUTORE:
Nasce a Salerno nel 1974 ed esordisce alla regia nel 1997 con il pluripremiato corto "Indice di frequenza", con Alessandro Haber.

nasce a Salerno nel 1974 ed esordisce alla regia nel 1997 con il pluripremiato corto "Indice di frequenza", con Alessandro Haber. Da vent'anni collabora ad organizzare il Giffoni Film Festival e nel 2007 ne diventa vicedirettore artistico. E' creative advisor per il Doha Film Institute in Qatar e critico cinematografico per Virgin Radio. E' sceneggiatore e regista di videoclip, documentari, cortometraggi, episodi di webserie. Si occupa di fotografia, neurocomunicazione e semiologia degli audiovisivi. Dopo aver pubblicato saggi sul cinema e sui cani, con Petrademone - Il libro delle Porte esordisce nella narrativa.

"Scrivere mi piace partecipa al Programma Affiliazione di Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it"