Amazon+clickBank

sabato 16 settembre 2017

RECENSIONE: La ragazza nell'ombra (Lucinda Riley)



Titolo: La ragazza nell'ombra
Saga: Le sette sorelle
Autore: Lucinda Riley
Editore: Giunti
Uscita: Gennaio 2017
Pagine: 656 p.
Prezzo: 14,90 €



Trama:
Silenziosa ed enigmatica, appassionata di letteratura e cucina, Star è la terza delle sei figlie adottive del magnate Pa' Salt e vive da sempre nell'ombra dell'esuberante sorella CeCe. Fin da piccole le due sono inseparabili: hanno un linguaggio segreto che comprendono solo loro e hanno passato gli ultimi anni viaggiando per il mondo, guidate dallo spirito indomito di CeCe, di cui Star è abituata ad assecondare ogni desiderio. Ma adesso, a solo due settimane dalla morte del padre, CeCe decide che per entrambe è arrivato il momento di fissare un punto fermo nelle loro vite e mostra a Star il magnifico appartamento sulle rive del Tamigi che ha intenzione di comprare per loro. Per la prima volta nella sua vita, però, Star sente che qualcosa in lei è cambiato: quel rapporto quasi simbiotico sta rischiando di soffocarla. E' ora di trovare finalmente la propria strada, cominciando dagli indizi che Pa' Salt le ha lasciato per metterla sulle tracce delle sue vere origini: una statuetta che raffigura un gatto nero, il nome di una donna misteriosa vissuta quasi cent'anni prima e il biglietto da visita di un libraio londinese. Ma cosa troverà tra i volumi polverosi di quella vecchia libreria antiquaria? E dove vuole condurla realmente Pa' Salt?
Segreti e destini magistralmente intrecciati formano l'avvincente enigma che Star dovrà decifrare nel terzo, straordinario capitolo della saga bestseller.
Titolo originale: ''The Shadow Sister'' (2016).




Recensione:
Meraviglioso. Non c'è altro modo per descrivere questo libro.
Ho scoperto quasi per caso la saga delle Sette Sorelle e mi sono innamorata della storia e della scrittura della Riley.
Non vedo l'ora che esca il quarto capitolo, e voglio tassativamente leggere gli altri libri dell'autrice.
Questo terzo capitolo ci fa scoprire nuovi retroscena della vita di Star e di suo Padre adottivo.
E' un inno al coraggio, all'apertura, alla fiducia e al distacco.
Ci sono tantissime cose che mi piacciono di queste Sette Sorelle: la complicità, la complessità, le origini sconosciute, l'amore che le circonda, la scelta della propria strada, il coraggio di affrontare le avversità, ognuna a suo modo.
Star è la più silenziosa, timida, ma proprio per questo ha tanto da dare, dire e dimostrare. Non sarà più messa in ombra dalla sorella, dovrà conoscere il proprio passato per scegliere il suo futuro.
Amo questa saga, non smetterò mai di dirlo!
Leggetela... leggete, per favore! Sempre !!!

                                                         



L'Autrice:
Lucinda Riley è nata in Irlanda e ha esordito come scrittrice a 24 anni. I suoi romanzi sono dei bestseller internazionali che hanno venduto 8 milioni di copie nel mondo e sono tradotti in 39 Paesi. Lucinda vive tra il Norfolk e il Sud della Francia, con il marito e i quattro figli. Per Giunti sono usciti con enorme successo: Il giardino degli incontri segreti (2012), La luce alla finestra (2013), Il segreto della bambina sulla scogliera (2013), Il profumo della rosa di mezzanotte (2014), L’angelo di Marchmont Hall (2015), Il segreto di Helena (2016) e i primi due volumi di una saga di sette libri, Le Sette Sorelle (2015) e Ally nella tempesta (2016). La saga diventerà una serie TV prodotta a Hollywood.

Altre informazioni sui libri di Lucinda Riley sul sito www.lucindariley.com


venerdì 15 settembre 2017

Le 10 App indispensabili per ogni blogger


Buongiorno a tutti... oggi ho deciso di parlarvi di tecnologia applicata al mondo del Blog...
La vita da Blogger può essere facilitata da App che si possono scaricare sul telefono, iPad & Co.


Come fare per organizzarci, pubblicare post, modificarli e tutto da uno smartphone? Con 10 app indispensabili per ogni blogger.
Le app che abbiamo sul cellulare sono molte, ma la maggior parte della volte si rivelano inutili. Ci sono le app dei social che ogni blogger DEVE obbligatoriamente avere, come: FacebookTwitterInstagram, SnapchatTumblr, Google + e Pinterest.

Ma vediamo nel dettaglio le altre 10 app indispensabili.
A seconda che il tuo blog sia in WordPress o Blogger, le app indispensabili per gestire il tuo blog con estrema facilità sono WordPress e Blogger. WordPress è un’app gratuita con cui è possibile moderare commenti, creare o editare articoli e pagine, visualizzare le statistiche del sito, condividere immagini e video con semplicità.
2. FEEDLY
Quest’app rende disponibile la lettura di flussi, detti feed, di notizie dalle fonti che ti interessano, affiancando all’inserimento di fonti personalizzate molte categorie consigliate. L’app è un’esperienza gratuita arricchita di funzionalità avanzate a pagamento.
Repost per Instagram ti fa dire addio a odiosi screenshot e rende facile il Repost delle tue foto e dei tuoi video preferiti su Instagram, dando credito all’originale Instagrammer.
Se hai un blog, gestirai sicuramente la sua relativa pagina Facebook, questa app ti aiuta a connetterti con il tuo pubblico e gestire le attività della tua o delle tue pagine. Nella pratica l’app gratuita ti permette di pubblicare aggiornamenti e foto, rispondere ai commenti a nome della tua pagina, visualizzare e rispondere ai messaggi privati della pagina, ricevere notifiche push e visualizzare gli ultimi dati relativi alle tue pagine.
Per modificare le tue foto in pochi clic, ma in modo professionale c’è Photoshop Express. Si possono applicare i ritocchi automatici e migliorare le foto in modo veloce e semplice.
Pare essere una delle migliori app per modificare le foto se si ha pochissimo tempo. I suoi filtri sono bellissimi e non esagerati.
Un’app perfetta per pianificare, condividere e pubblicare post allo stesso tempo su diverse piattaforme: Twitter, Facebook, Instagram, e LinkedIn. HootSuite è la più popolare app di gestione social media a livello mondiale ed è gratuita per un massimo di 3 account social.
8. BUFFER
Alternativa valida a Hootsuite è Buffer, per pubblicare e gestire differenti social da un’unica app. Ti basterà programmare le condivisioni una volta al giorno e ci penserà Buffer a lavorare sui social per te.
Accedi alle Google Analytics del tuo blog o sito web comodamente dallo smartphone con l’app di Google Analytics. Monitora i recenti cambiamenti con report in tempo reale.
Bloglovin’ è l’app del favoloso tool per cercare e seguire blog di tuo interesse, ma anche per farti trovare e acquisire nuovi seguaci. Più di 20 milioni di persone utilizzano Bloglovin’ per scoprire e leggere blog di moda, food, viaggi e lifestyle. Utilizza l’app per non perdere mai un post, anche se sei fuori casa.

Hai altre app da suggerire? Scrivimi nei commenti e aiutami a migliorare questa meravigliosa vita da Blogger.

Fonte BIGODINO.IT

giovedì 14 settembre 2017

IN MY MAILBOX 2017 - 9#: Pandemonius 3°, I regni del fuoco 4°, La vera storia della famiglia Stilton

In My Mailbox è la rubrica ideata da Kristi del blog The Story Siren,
e che io seguo su "Ombre Angeliche".
Consiste nel presentare i libri acquistati, regalati,
prestati o ricevuti dalle case editrici e gli autori.




Ciao a tutti,
Eccomi tornata all'appuntamento che amo di più... mostrarvi i miei ultimi arrivi!!!


- PANDEMONIUS 3° - LA SFIDA DEGLI DEI (Lucy Coats)
La battello a vapore mi ha fatto scoprire questa piccola bellissima saga mitologica... e io non posso fare a meno di continuarne la lettura.
               


- I REGNI DEL FUOCO 4° - L'OSCURO SEGRETO (Tui T. Sutherland)
Continuano le avventure dei draghi della Profezia... Non vedo l'ora di leggere il 4° capitolo.
               



- LA VERA STORIA DELLA FAMIGLIA STILTON (G.Stilton)
Continua la mia collezione di Stilton... chissà che verrà un giorno in cui lo leggere al mio bimbo.
                




sabato 9 settembre 2017

INTERVISTA alla Associazione S.E.U. Scrittori Emergenti Uniti


Buongiorno lettori,
oggi ho scelto di dare visibilità alla casa editrice a questo gruppo di autori S.E.U. Scrittori Emergenti Uniti
Li ho incontrati allo stand al Salone Internazionale del Libro di Torino quest'anno, e mi è subito piaciuta questa organizzazione di e in favore degli scrittori esordienti, spesso bistrattati.



Ecco a voi le domande e le loro risposte:




1. QUANDO E COME E' NATA LA "CASA EDITRICE", E QUAL ERA LA VOSTRA IDEA DI PARTENZA?
La nostra associazione è nata ufficialmente nell'Aprile del 2015, ma avevamo iniziato a fare fiere già da un anno, proprio perché eravamo curiosi di sapere se la nostra idea di partenza avrebbe funzionato. Infatti il nostro scopo è quello di aiutare gli autori nella promozione, facendo fiere, presentazioni, interviste e molto altro ancora; tutto questo condividendo esperienze e risorse in modo da arrivare su tutto il territorio italiano.

2. COME SI STRUTTURA LA VS. PRODUZIONE EDITORIALE?

In realtà noi lavoriamo principalmente sul "prodotto finito", ovvero su un libro già pubblicato (self o con casa editrice), ma diamo anche gli strumenti necessari per costruire un'opera da zero. Questo è possibile grazie alla presenza dei nostri soci professionisti, come illustratori, correttori di bozze, traduttori, ecc... L'unica cosa che non facciamo, onde evitare di essere ulteriormente confusi con una casa editrice, è appunto la pubblicazione con la relativa stampa.

3. e 5. QUAL E' IL FILO COMUNE CHE LEGA LE VS. PUBBLICAZIONI?

L'unico filo conduttore che lega i libri dei nostri soci è la voglia di farsi conoscere. Infatti accettiamo autori di tutte le età e con qualsiasi grado di esperienza (anche nullo), non abbiamo restrizioni di genere né di tipologia (cartaceo o ebook). L'unico "ostacolo da superare" è il nostro comitato di lettura. Infatti per garantire comunque un certo tipo di qualità a coloro che si avvicinano a SEU come lettori, sottoponiamo ogni nuovo testo a un nostro comitato di lettura, che ne controlla la grammatica, la sintassi e ogni possibile errore/orrore che, purtroppo, può capitare.



4. QUANTI TITOLI PUBBLICATE L'ANNO?

Ogni anno abbiamo nuovi scrittori che entrano a far parte del nostro circuito e alcuni di loro sono particolarmente prolifici. Infatti c'è anche chi scrive cinque o sei libri nuovi ogni dodici mesi.


6. QUALI SONO I TITOLI CHE HANNO RICEVUTO UNA MIGLIORE ACCOGLIENZA DA PARTE DEL PUBBLICO IN TERMINI DI VENDITA?

Tra i generi più venduti c'è sicuramente il genere Romance, ma anche il Fantasy è molto apprezzato. Mi piacerebbe molto che anche i nostri libri di poesia o i saggi riuscissero a trovare il loro pubblico, proprio come hanno fatto i libri per bambini nell'ultima edizione del Salone di Torino, che hanno ottenuto un successo insperato.

7. QUANTO SONO DIFFUSI E CONOSCIUTI I VOSTRI LIBRI IN ITALIA? SIETE SODDISFATTI DELLA DISTRIBUZIONE E DELLA VISIBILITA' A VOI RISERVATA IN LIBRERIE, BIBLIOTECHE, ECC.? 

Cerchiamo di arrivare su tutto il territorio, ma non essendo una Casa editrice dobbiamo fare affidamento solo sulla buona volontà dei nostri soci. Al momento abbiamo fatto fiere nel centro e nel nord e abbiamo alcune "librerie amiche" (ovvero che ci aiutano a distribuire i nostri lavori) a Grosseto, Cecina, Parma e Torino; prossimamente sbarcheremo anche a Milano e Chieti. Le presentazioni invece sono riuscite a raggiungere anche il sud, con la sola eccezione delle isole. Ma prima o poi "invaderemo" anche il Meridione. Ah ah ah!

8. QUAL E' L'ASPETTO PIU' COMPLICATO DEL VOSTRO MESTIERE?

La difficoltà più grande, come ho detto, è che non essendo una Casa editrice dobbiamo fare affidamento solo sui nostri soci e sulla loro volontà e disponibilità. Infatti anche loro hanno lavoro e famiglia, perciò non sempre è facile trovare il modo e il tempo di fare tutto. Al momento non abbiamo ancora fatto grandi eventi al sud proprio perché abbiamo pochi soci sul territorio che per giunta hanno lavori particolarmente impegnativi. Di conseguenza al momento non abbiamo un "referente di zona" come invece possiamo avere al centro e al nord. Ma in fondo l'associazione ha solo due anni di vita, perciò abbiamo tutto il tempo per diventare ancora più grandi.

9. QUALI PROGETTI E AMBIZIONI COLTIVATE PER IL FUTURO?

Tra i progetti per il futuro (oltre appunto quello di arrivare finalmente al sud) c'è quello di aumentare il numero di fiere a cui partecipare. Al momento siamo "clienti fissi" di Pisa e Torino, ma quest'anno si aggiungeranno Vinci, Firenze, Macerata e (chissà) Milano. L'ideale sarebbe riuscire a fare almeno sei fiere all'anno: due al nord, due al centro e due al sud. Questa è la nostra utopia. Vedremo... Prima o poi ci riusciremo senz'altro.

10.  PERCHE' LA CASA EDITRICE HA QUESTO NOME?

La nostra associazione si chiama "Scrittori Emergenti Uniti" e il nome in effetti dice tutto. Infatti nel nostro caso è l'unione a fare davvero la forza e visto che siamo quasi tutti scrittori che cercano di emergere, va da sé. 


Un grosso grazie all'associazione S.E.U.
Vi aspetto sul loro sito

Potrete associarvi come Scrittori
Come Soci Lettori
Come Professionisti

C'è un mondo per ognuno di noi !!!





mercoledì 6 settembre 2017

RECENSIONE: L'orologiaio di Filigree Street (N. Pulley)



Titolo: L'orologiaio di Filigreen Street
Autore: Natasha Pulley
Editore: Bompiani
Uscita: Gennaio 2017
Pagine: 384 p.
Prezzo: 19,00 €



TRAMA:
Tre personaggi che non sono mai quello che sembrano, un passato - e un futuro - che uniscono in modo singolare l'Inghilterra all'estremo Oriente, una miscela specialissima di storia e magia per un romanzo d'esordio che sfugge alle etichette e chiede al lettore di stare al gioco senza riserve.

"Consigliato a lettori avidi di avventura, un po' eccentrici, in fondo romantici" - Claudia Morgoglione, La Repubblica

Londra, 1883. Thaniel Steepleton, giovane, modesto telegrafista al ministero dell'Interno, una sera trova un dono anonimo sul cuscino del suo letto: un orologio d'oro. E' proprio l'orologio, strillando, a salvarlo dall'esplosione di un ordigno che devasta un pub. Thaniel si trasforma in investigatore antiterrorismo e rintraccia l'artigiano che ha creato il prodigioso manufatto: si chiama Keita Mori, viene dal Giappone e nel suo laboratorio in una stradina di vecchie case a Knightsbridge prendono vita straordinari esseri meccanici, prodigi luminosi, uccelli di bronzo, un polpo rubacalzini. L'incontro con Mori - e quello con Grace Carrow, brillante studentessa di fisica che cerca di combattere i pregiudizi per diventare scienziata e scoprire la verità sull'etere luminifero - cambierà la vita di Thaniel.



RECENSIONE:
E' un romanzo fuori dagli schemi. Non mi è piaciuto alla follia ma mi sono ripromessa di leggere senza pregiudizi, e affidandomi alla scrittrice.
La storia ha tratti fantastici, intrighi internazionali, protagonisti dai caratteri definiti ma con tratti da scoprire. Ci troveremo a camminare tra le strade di Londra o del Giappone, in bilico tra due culture così diverse ma così complementari.
L'intreccio è complicato e credo sia la prima volta in cui posso affermare che non sapevo cosa aspettarmi! Questo mi ha fatto continuare fino alla fine, dando una possibilità alla storia.
Trovo sia un libro da non scartare, lasciandosi rapire dalla scrittura fluida e creativa.

L'orologiaio di Filigree Street: 1

L'AUTRICE:
Natasha Pulley (nata il 4 dicembre 1988) è un'autrice britannica.
Ha studiato presso il Soham Village College , New College, Oxford e l' Università di East Anglia (in Scrittura Creativa, Prosa Fiction, 2012).

Opere 

Il suo romanzo di debutto è stato chiamato The Watchmaker of Filigree Street ed è stato ambientato nella Londra vittoriana. Ha vinto un premio Betty Trask del 2016. Il suo secondo romanzo, The Bedlam Stacks, sarà pubblicato nell'agosto 2017.


                                                            


lunedì 4 settembre 2017

IN MY MAILBOX 2017 - 8#: Acquisti d'estate

In My Mailbox è la rubrica ideata da Kristi del blog The Story Siren,
e che io seguo su "Ombre Angeliche".
Consiste nel presentare i libri acquistati, regalati,
prestati o ricevuti dalle case editrici e gli autori.


Ciao a tutti,
Eccomi tornata all'appuntamento che amo di più... mostrarvi i miei ultimi arrivi!!!
Agosto è stato un mese di compere... Aiuto! Devo tassativamente prendere un'altra libreria...




- 7. LA STREGA DELLE MAREE (Tea Stilton)
- 9. LA STREGA DEL SUONO (Tea Stilton)

- 1. IL REAME PERDUTO (G. Stilton)
- 2. LA PORTA INCANTATA (G. Stilton)
- 3. LA FORESTA PARLANTE (G. Stilton)
- 4. L'ANELLO DI LUCE (G. Stilton)
- 6. IL SEGRETO DEI CAVALIERI (G. Stilton)

- 2. LA SPADA DEL DESTINO (G. Stilton)
- 4. LA CORONA D'OMBRA (G. Stilton)

- SERAFINA E IL MANTELLO NERO (R. Beatty)
- SCRIVERE PER IL BLOG (Garbellini)
- BLOG DI SUCCESSO For Dummies (Conti-Vernelli)




SANTO LIBRACCIO...
MALEDETTO LIBRACCIO...


Non devo più andarci... ci lascerei uno stipendio!










venerdì 1 settembre 2017

INTERVISTA A: Licia Troisi, la più famosa scrittrice italiana di Fantasy



Buongiorno lettori
l'estate sta passando e ricomincio questo Settembre con uno dei post a cui tengo di più.

Sulla pagina Facebook del Blog, avevo chiesto in un sondaggio, quale argomento vi stava più a cuore, di cosa volevate io parlassi...
Avete scelto le interviste ad autori famosi, ed eccomi qui!!!

Da brava amante dei Fantasy, non potevo non intervistare la scrittrice italiana più famosa in questo genere: Licia Troisi.


Licia ha gentilmente risposto alle mie domande, e non posso fare a meno di seguirla sui canali Social come Facebook. I suoi post e aggiornamenti sono sempre ironici e simpaticissimi.

Intervistare Licia, la più famosa scrittrice italiana di fantasy, è stata per me una gioia e un'emozione.
Raggiungere persone di questa levatura è un onore, scoprire che sono persone semplici come noi è una meraviglia, e trovarne una gentilissima e disponibile come Licia è una rarità.



1. Hai sempre voluto scrivere? Quando hai scelto di fare la scrittrice e vivere di scrittura?

Ho sempre scritto, ma non ho mai realmente pensato che ne avrei fatto un lavoro. Mi piaceva farlo, ne sentivo il bisogno, ma non credevo di essere brava a sufficienza per farne un mestiere. Ho spedito il manoscritto alla Mondadori più che altro come forma di rispetto nei confronti del lavoro che ci avevo profuso. E in effetti ho deciso di vivere solo di scrittura otto anni dopo la pubblicazione del primo libro, nel 2012.

2. Hai fatto altri lavori prima di scrivere? 

Sì, ho fatto la ricercatrice per parecchi anni. Sono un astrofisico, e mi sono occupata sia direttamente di scienza, collaborando con l’Istituto Nazionale di Astrofisica, l’Università di Tor Vergata e l’ASI, sia di divulgazione.

3. Cosa ha cambiato nella tua vita, diventare famosa e letta ovunque? 

A parte la possibilità di farmi una famiglia e una vita da sola, non molto. Ho iniziato molto giovane, quando ancora non avevo una vita mia, stavo ancora a casa dai miei genitori ed ero una studentessa universitaria, quindi la fama si è accompagnata ad altri cambiamenti tipici di chi si affaccia alla vita adulta, e non ho avuto modo di notare grandi sconvolgimenti.

4. Com'è fare la mamma e la scrittrice? Come organizzi le tue giornate? 

Credo sia uno dei lavori più facilmente conciliabili con la maternità. Lavoro principalmente da casa, sono completamente padrona del mio tempo, quindi posso incastrare facilmente incombenze domestiche e scrittura. Inoltre, mia figlia ha sette anni e mezzo, è grandicella, e si gestisce molto da sola. In generale, durante l’anno mi sveglio alle 7.00, faccio colazione e porto mia figlia a scuola, poi lavoro tutta la mattina. Quando mia figlia torna da scuola, mi occupo di lei: facciamo i compiti, l’accompagno in piscina. Il resto della giornata se ne va nelle varie incombenze: panni da stirare, cena…Infine, dopo le 21.00, quando Irene dorme, io e mio marito guardiamo serie televisive.

5. Per chi non ha ancora letto nulla dei tuoi libri, cosa vorresti consigliare? 
Se uno vuole solo un assaggio delle mie storie, può cominciare con I Dannati di Malva, che è breve e autoconclusivo. Se vuole però qualcosa di più rappresentativo delle mie tematiche, direi di leggere la serie nuova, La Saga del Dominio.


6. Io amo il fantasy... è difficile scrivere di questo genere? 

A me non risulta troppo difficile; è il genere che più mi appartiene e verso il quale più mi sento portata. Certo, elaborare trame dotate di senso, autoconsistenti, in cui tutto torni, spesso è faticoso. Il problema principale è trovare il giusto equilibrio tra la coerenza interna e le cose che si vogliono raccontare. Ma, nonostante la fatica, alla fine ne vengo a capo, e comunque mi diverto.

7. C'è un po' di te nelle storie e nei personaggi di cui scrivi? 

Sì, molto. Spesso i personaggi hanno percorsi esistenziali che rispecchiano il mio sotto metafora; ad esempio, l’adolescenza di Nihal è ispirata alla mia, così come molte considerazioni che fa sull’amore sono riflessioni che rispecchiano mie esperienze di vita. Oppure, Pandora è ispirata al mio lato più eccentrico, soprattutto nel vestire.

8. Quali consigli puoi dare ad un aspirante scrittore? 

Leggere tantissimo, è in assoluto la prima cosa, e cercare di leggere un po’ tutti i generi per non rischiare di diventare troppo autoreferenziali. Inoltre, lasciarsi prima di tutto guidare dal piacere e dalla necessità di scrivere, farlo perché piace e perché se ne ha bisogno. La pubblicazione, se ci sarà, sarà una conseguenza di questa passione. 

9. Cosa ne pensi di quei siti di scrittura, come 20lines & co.? 


Sono ottime palestre, io stessa ho fatto una piccola cosa su 20lines. Secondo me funzionano molto per migliorarsi, oltre che ovviamente per divertirsi.


10. Vuoi consigliarci dei libri a te cari?

Di sicuro Il Nome della Rosa, il mio libro preferito. E poi la saga di Lockwood & Co., di Jonathan Stroud, che è il mio autore fantasy preferito.



Un Grazie gigantesco a Licia, alla sua gentilezza e disponibilità.
Potete trovarla suoi suoi canali social:

Facebook
Twitter
Instagram
Sito Web
Mail: licia@liciatroisi.it