Amazon+clickBank

mercoledì 16 gennaio 2019

RECENSIONE: La stanza della tessitrice (Cristina Caboni)


Titolo: La stanza della tessitrice
Autore: Cristina Caboni
Editore: Garzanti
Uscita: 18.10.2018
Pagine: 304 pp.
Prezzo: 18,60 €



Trama:
Bellagio è il luogo dove Camilla si è rifugiata per iniziare una nuova vita. Solo qui è libera di realizzare i suoi abiti capaci di infondere coraggio, creazioni che sono ben più di qualcosa da indossare e mostrare. Ma ora è costretta ad abbandonare tutto perché Marianne, la donna che l’ha cresciuta come una madre, ha bisogno del suo sostegno. È lei a mostrarle il contenuto di un antico baule, un abito che nasconde un segreto: vicino alle cuciture interne c’è un piccolo sacchetto che custodisce una frase di augurio per una vita felice. È l’unico indizio che Marianne possiede per ritrovare la sorella. Camilla non ha mai visto nulla di simile, ma conosce la leggenda di Maribelle, una stilista che, all’epoca della seconda guerra mondiale, era famosa come «Tessitrice di sogni». Nei suoi capi erano nascosti i desideri e le speranze delle donne che li portavano. Maribelle è una figura che la affascina da sempre: si dice che sia morta nell’incendio del suo atelier parigino, circondata dalle sue creazioni. Camilla non sa quale sia il legame tra Maribelle e la sorella che Marianne vuole ritrovare. Ma sa che è disposta a fare di tutto per scoprirlo. Sente che la sua intuizione è giusta: Parigi è il luogo da dove iniziare le ricerche; stoffe, tessuti e bozzetti la strada da seguire. Una strada tortuosa, come complesso è ogni filo di una trama che viene da lontano. Perché i misteri da svelare sono a ogni angolo. Perché Maribelle ha lottato per affermare le proprie idee. Perché seguirne le orme significa per Camilla scavare dentro sé stessa, dove batte un cuore che anche l’ago più acuminato non può scalfire.


recensione:
Ecco finito un altro libro ricevuto per Natale. Cristina Caboni la seguo da sempre, e ho adorato anche questo ultimo libro. Le sue trame sono sempre complesse ma molto semplici. Il nodo si dipana a poco a poco, e il finale è splendido.
La storia della tessitrice e delle stoffe che cambiano e vengono adattate a chi le indosserà mi ha stregato. Ogni capitolo ha, come sempre nei libri di Cristina, una piccola frase, una spiegazione.
In questo caso ogni capitolo ha il nome di una stoffa, con la descrizione e l'utilizzo.
Io lavoro in un Nastrificio, quindi mi sono trovata a casa, e ho sognato la tessitrice che lavorava a mano i fili, visto che oggi fa tutto il telaio automatizzato.
La storia di Camilla è un percorso personale, una scoperta di se stessa, una crescita e un viaggio nel passato, e nelle sue paure. Alcune volte avrei voluto darle una bella scossa, invece di farsi tante paturnie, ma i personaggi sono ben bilanciati, hanno dei trascorsi che si scoprono con l'avanzare della lettura.
Camilla ci racconta la sua scelta di farsi da sola, voler essere indipendente e seguire i propri sogni. E ripercorriamo con lei una vecchia storia dal finale inatteso.
Non c'è che dire, i libri di Cristina mi lasciano sempre un grande calore nel cuore, una soddisfazione e una gioia per averli letti.
Anche la stanza della tessitrice entra a far parte dei grandi libri della letteratura. L'autrice sa intraprendere un viaggio diverso in ogni libro, dalle api, ai giorni, alle stoffe. E' eclettica e bravissima.
Leggetela, che è una meraviglia.



                                                           


L'autrice:
Cristina Caboni vive con il marito e i tre figli in provincia di Cagliari, dove si occupa dell’azienda apistica di famiglia. È l’autrice dei romanzi Il sentiero dei profumi – bestseller venduto in tutto il mondo, adorato dai lettori e dalla stampa, che ha conquistato la vetta delle classifiche italiane e straniere –, La custode del miele e delle apiIl giardino dei fiori segreti– Premio Selezione Bancarella 2017 –, La rilegatrice di storie perdute e La stanza della tessitrice.



"Scrivere mi piace partecipa al Programma Affiliazione di Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it"

domenica 30 dicembre 2018

RECENSIONE: Andiamo a vedere il giorno (Sara Rattaro)


Titolo: Andiamo a vedere il giorno
Autore: Sara Rattaro
Editore: Sperling & Kupfer
Uscita: 2018
Pagine: 204 pp.
Prezzo: 16,90 €




Trama:
Una figlia, una madre, un viaggio on the road. Una famiglia che sa ritrovarsi. Un gesto di perdono che vale più di mille parole. Alice è stata una figlia modello e una perfetta sorella maggiore, quella che in famiglia cercava di tenere insieme tutti i pezzi mentre il padre stava per abbandonarli, quella che per prima ha trovato il modo di comunicare con il fratellino, nato privo di udito, e di farlo sentire «normale». Ha pensato agli altri prima che a se stessa, ha seguito le regole prima che il cuore e adesso, di fronte a una passione che ha scardinato tutti i suoi schemi e le sue certezze, si ritrova a mentire, tradire, fuggire. Ma sua madre, Sandra, non ha alcuna intenzione di lasciarla sola. Su quel volo per Parigi c'è anche lei, e insieme iniziano un viaggio che è un guardarsi negli occhi e affrontare tutti i non detti, a partire da quel vuoto che ha rischiato di inghiottire la loro famiglia tanti anni prima. Alice si illude che, ritrovando la persona che si era insinuata nelle crepe della loro fragilità, possa dare una risposta a tutti i perché che si porta dentro, magari capire ciò che sta accadendo a lei ora, vendicare il passato e punire se stessa. Le occorreranno chilometri e scoperte inattese, tuttavia, per comprendere che non è da quella ricerca che può trovare conforto. Perché una sola è la verità: la perfezione non esiste, solo l'amore conta, solo l'amore resta. E la sua famiglia, così complicata, così imperfetta, saprà dimostrarle ancora una volta il suo senso più profondo: essere presente, sempre e a ogni costo. Per continuare insieme il cammino, qualunque sia la destinazione.



Recensione:
Ecco che ho finito tre libri in tre giorni, e i miei libri di Natale sono già stati decimati. Ma il libro di Sara riesce sempre a portarti in un mondo vero, parlando di argomenti forti, con una dolcezza e una delicatezza impressionanti.
Questa storia parla di una famiglia all'apparenza perfetta, ma ci sono tradimenti, ripensamenti, litigi e rappacificazione. C'è un filo che lega genitori e figli, anche nei loro errori.
E poi trovate l'Amore, quello con la A maiuscola, che non sempre è quello classico delle favole. A volte questo pazzo sentimento ti porta a percorrere vie inaspettate, e il cuore batte come mai prima.
Altre volte si nasconde nei luoghi più impensati, per farsi trovare all'ultimo, per portare la pace nella vita di tutti i giorni.
Mi sono commossa delle scelte delle due protagoniste, del loro viaggio, e dell'epilogo del romanzo. E' stato bellissimo e struggente, crudo e dolcissimo.
Sara sa raccontare storie attuali, portando alla luce storie di ogni giorno, storie che ci possono toccare in prima persona o sfiorarci con le vite di familiari e amici.
Pensiamo spesso che certe cose non ci capiteranno mai, e poi senti storie simili intorno a te, e capisci quanto vere e dolorose siano le vite quotidiane di tutti noi.
Amo Sara e la sua scrittura, il suo scrivere fluente di argomenti spesso tabù ma tanto attuali.


                                                      


L'Autrice:
Sara Rattaro è nata a Genova. Laureata in Biologia e in Scienze della Comunicazione, ha lavorato come informatore farmaceutico prima di dedicarsi completamente alla sua grande passione, la scrittura. È già autrice di cinque romanzi, accolti con grande successo da librai, lettori e critica, e tradotti in nove lingue: Sulla sedia sbagliataUn uso qualunque di teNon volare via(Premio Città di Rieti 2014), Niente è come te (Premio Bancarella 2015), Splendi più che puoi(Premio Rapallo Carige 2016).



"Scrivere mi piace partecipa al Programma Affiliazione di Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it" 


lunedì 24 dicembre 2018

RECENSIONE: Non farti lasciare a Natale & Non farti licenziare a Natale (A.E.Moranelli)

Dai libri di Angelica mi aspetto tanto divertimento, un po' di batticuore, avventure senza fine e una storia speciale.

E anche questi due libri in tema natalizio non sono da meno. Il primo è "Non farti lasciare a Natale" ed è un insieme di ansie, seghe mentali, paure e sogni della protagonista, Dafne.


LINKAmazon


E chi non si è mai sentito come lei? Io ho divorato il primo libro di 126 pagine in un giorno, tra la spesa, il bimbo, Cars 2 che va ininterrottamente da mattino a sera.
Non riuscivo a staccare gli occhi dalle pagine, e il riposino pomeridiano  del pupo mi ha dato un mano a finire.
La storia di Dafne, del suo schifoso lavoro, delle sue storie d'amore strampalate mi ha fatto tanto ridere, e a volte avrei voluto tirare una sassata in testa alla protagonista.
Ma tutte le paranoie che lei si fa, ce le facciamo inconsciamente tutti, maschi e femmine, a tutte le età.
Ci si immedesima subito nei suoi problemi, nelle sue tristi elucubrazioni. Ho amato Dafne ma soprattutto Jim. Mi ricorda Luke di "Una mamma per amica", che è sempre al fianco di Lorelai e la aspetta.

LINK Amazon


Nel secondo romanzo, di 157 pagine, ho seguito tutti i lavori schifosi che ha fatto Dafne, per poi arrivare a quello che lei ha sempre amato e cercato. Vorrei farlo anche io. E vorrei scrivere, come lei.
Vedo tanto di Angelica in questi due libri, anche se non ci conosciamo personalmente.
Leggo dei suoi gusti musicali, ai riferimento a Harry Potter, e forse a qualche paura inconscia che può aver riversato tra le pagine.
Amo Dafne e Jim, e il loro amore tormentato ma tanto dolce. E adoro la capacità di Angelica di incasinare la trama, incastrando tutti i personaggi, arrivando alla fine con tutto il puzzle a posto.

E' stata una lettura meravigliosa e natalizia, e anche se mi sono regalata per Natale questi due tesori, li ho già finiti e messi vicino a tutta la Saga di Armonia di Pietragrigia.

Ora vado subito a cercare gli altri scritti di Angelica, e aspetto delle nuove pagine da leggere.
Scrivi Angelica, subito!!!

:) :) :)


Scopri di più sull'Autrice


+++++++

lunedì 17 dicembre 2018

RECENSIONE: La leggenda della spada smeraldo (A.E.Moranelli) - Armonia di Pietragrigia 5



Titolo: La leggenda della spada smeraldo
Saga: Armonia di Pietragrigia 5
Autore: Angelica Elisa Moranelli
Editore: Autopubblicato
Pagine: 431 pp.
Uscita: 19/10/2018
Prezzo: 14,00 €





Trama:
Flavoria non è più la terra magica e bellissima di un tempo: la guerra ha portato distruzione, dolore e sospetti. La luce di Armonia è stata offuscata dalle perdite e le sue sicurezze distrutte dai tradimenti. Anche il cuore del coraggioso Evan è spezzato: si è visto portare via ciò che amava di più al mondo e ora credere in qualcosa è ancora più difficile. Eppure esiste ancora una debole speranza: è una strada solitaria che affonda nel buio e dalla quale, forse, non si può tornare indietro.L'ultimo capitolo della saga di Armonia di Pietragrigia, l'ultima battaglia da combattere.Così tutto finisce.Questa è l'ultima battaglia.Non ce ne sarà un'altra.Combatti con coraggio.


recensione:
Devo iniziare questa recensione dicendovi quanto mi mancherà questa saga. Ho amato Armonia, con i suoi alti e bassi, la sua luce e le sue ombre. E ho amato il suo amore tormentato e che mi ha fatto sognare.
Angelica è stata capace di farmi ridere, piangere, battere il cuore. Adoro come scrive, cosa scrive e per chi scrive. Ho amato tutto il suo modo di fare Fantasy, il suo coraggio e il suo stile  scorrevole e coinvolgente.
Questo capitolo trova un'Armonia circondata dalle ombre, dalle quali non riesce a fuggire. Ma qualcuno l'aiuterà a tornare dalla sua gente, per intraprendere quella guerra che libererà il paese dal male.

Meraviglioso, non posso dire altro. Ho pianto, riso, sofferto... ho pensato a mille finali ma quello mi ha stupito.
Sono molto fiera di Angelica, ha una scrittura stupenda, che avvince, che ti fa sognare, che ti fa battere il cuore.
Armonia e Evans hanno incarnato il vero e unico Amore, quello per cui combattere, quello per cui sacrificare ogni cosa.
Grazie alla scrittrice più brava della terra (dopo la Rowling). :)


                                                            


L'autrice:
Scoprite di più sulla mia scrittrice preferita da tanto tempo :)
Link: sito

presentazione: Mi chiamo Angelica, sono autrice, blogger e digital PR.
Sono laureata in Lettere e ho una specializzazione post-laurea in Etruscologia. Per diverso tempo ho frequentato scavi, tombe, scheletri, vasi da portare in salvo stile Amaro Montenegro e altre cose belle. Non sono più un’archeologa, ma ho conservato la passione per la storia, le civiltà perdute (e Indiana Jones).
Vivo a Salerno, per lavoro mi occupo di editing, correzione bozze, social media marketing, grafica e web design. Mi occupo soprattutto di comunicazione in ambito editoriale. Date un’occhiata alla sezione del sito dedicata ai miei servizi, se siete autori o lavorate nel ramo dell’editoria.




Scrivere mi piace partecipa al Programma Affiliazione di Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it"

sabato 8 dicembre 2018

SOTTO L'ALBERO DI NATALE 2018




Qualche tempo fa anche io avevo partecipato a questa dolcissima iniziativa, e quest'anno torno a proporvela.


Di Cosa si Tratta:

SOTTO L'ALBERO DI NATALE prende spunto dall'iniziativa di Elf Christmas Wishlist, che consiste nel creare una lista di 10 desideri che gli elfi (cioè VOI che aderite all'iniziativa) si sforzano di realizzare. Ognuno di noi nel suo piccolo può rendere felice un'altra persona, a volte basta poco: una parola, un sorriso, un disegno quindi perchè non esaudire qualche desiderio di chi condivide la nostra stessa passione come quella dei libri?


Come Partecipare:

  • Se siete blogger, aprite un post nel vostro blog e dopo aver spiegato di cosa si tratta (in modo che chiunque legga sappia di cosa si parla) fate la Vostra lista di 10 desideri
  • Una volta deciso di partecipare create la vostra lista e lasciate il link tra i commenti del Blog, così che tutti possano averla sott'occhio e vedere quali desideri realizzare. 
  • Se siete lettori invece, potete lasciare direttamente la vostra lista nei commenti.
  • ATTENZIONE: non è obbligatorio realizzare i desideri. Lo scopo di questa iniziativa è regalare sorrisi e questo può essere fatto anche solo con un commento gentile.




1) Biglietti di auguri di Natale o Cartoline.

2) Sarebbe bello un libro cartaceo di un esordiente.

3) Qualsiasi cosa di Harry Potter, gadget, ecc...

4) Qualsiasi cosa di cartoleria.

5) Un regalo a sorpresa.

6) Calamite per frigorifero, magari della vostra città o quello che più vi piace.

7) Una storia che vi è piaciuta, o una che vi è successa veramente, un ricordo, un diario di viaggio, un sogno...

8) Mi piacerebbe ricevere un ebook che vi è piaciuto via mail.

9) Vorrei consigli di lettura da voi.

10) Mi piacerebbe qualche nuovo follower.


Questi sono i miei desideri... spero che qualche folletto riesca a passare anche da me per aiutarmi ad esaudirli...
La mia email è scriveremipiace@gmail.com se volete mandarmi qualche sorpresina anche a casa scrivetemi in pvt e vi invierò il mio indirizzo.





martedì 13 novembre 2018

RECENSIONE: La casa per bambini speciali di Miss Peregrine (Ransom Riggs)


Titolo: La casa per bambini speciali di Miss Peregrine
Saga: n°1
Autore: Ransom Riggs
Editore: Bur


TRAMA:
Quali mostri popolano gli incubi del nonno di Jacob, unico sopravvissuto allo sterminio della sua famiglia di ebrei polacchi? Sono la trasfigurazione della ferocia nazista? Oppure sono qualcosa d'altro, e di tuttora presente, in grado di colpire ancora? Quando la tragedia si abbatte sulla sua famiglia, Jacob decide di attraversare l'oceano per scoprire il segreto racchiuso tra le mura della casa in cui, decenni prima, avevano trovato rifugio il nonno Abraham e altri piccoli orfani scampati all'orrore della Seconda guerra mondiale. Soltanto in quelle stanze abbandonate e in rovina, rovistando nei bauli pieni di polvere e dei detriti di vite lontane, Jacob potrà stabilire se i ricordi del nonno, traboccanti di avventure, di magia e di mistero, erano solo invenzioni buone a turbare i suoi sogni notturni. O se, invece, contenevano almeno un granello di verità, come sembra testimoniare la strana collezione di fotografie d'epoca che Abraham custodiva gelosamente. Possibile che i bambini e i ragazzi ritratti in quelle fotografie ingiallite, bizzarre e non di rado inquietanti, fossero davvero, come il nonno sosteneva, speciali, dotati di poteri straordinari, forse pericolosi? Su "Miss Peregrine. La casa dei ragazzi speciali", è basato l'omonimo film, prodotto dalla Twentieth Century Fox, scritto e diretto da Tim Burton.



RECENSIONE:
Avevo amato molto il film, me l'ero goduto perché non avevo ancora letto il libro, ma dovevo assolutamente leggere queste storie speciali.
La storia mi ha preso, mi ha trasportato in un mondo parallelo e fermo, dove le persone con poteri speciali sono al sicuro.
Del film, forse perché passato tanto tempo, ho ritrovato bel poco nel libro, e così era ancor meglio. Mi sono goduta la storia degli speciali senza pregiudizi, e senza rovinarmi il finale.








“Scrivere mi piace partecipa al Programma Affiliazione di Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it"

+++++