Amazon+clickBank

giovedì 22 ottobre 2015

RECENSIONE: Io e te (Niccolò Ammaniti)


Titolo: Io e te
Autore: Niccolò Ammaniti
Editore: Einaudi
Pagine: 116 p.
Prezzo: 10,00 €
Uscita: 26 Ottobre 2010


Trama:
Barricato in cantina per trascorrere di nascosto da tutti la sua settimana bianca, Lorenzo, un quattordicenne introverso e un po' nevrotico, si prepara a vivere il suo sogno solipsistico di felicità: niente conflitti, niente fastidiosi compagni di scuola, niente commedie e finzioni. Il mondo con le sue regole incomprensibili fuori della porta e lui stravaccato su un divano, circondato di Coca-Cola, scatolette di tonno e romanzi horror. Sarà Olivia, che piomba all'improvviso nel bunker con la sua ruvida e cagionevole vitalità, a far varcare a Lorenzo la linea d'ombra, a fargli gettare la maschera di adolescente difficile e accettare il gioco caotico della vita là fuori. Con questo racconto di formazione Ammaniti aggiunge un nuovo, lancinante scorcio a quel paesaggio dell'adolescenza di cui è impareggiabile ritrattista. E ci dà con Olivia una figura femminile di fugace e struggente bellezza.


Recensione:
Questo libretto è il primo scritto di Ammaniti che leggo. Ho letto recensioni buone e cattive. In realtà mi è piaciuto, nella sua complessità, per la sua brevità, per il tema forte della crescita per un ragazzino adolescente.
Il personaggio principale ha molte sfaccettature, sa nascondere sentimenti e integrarsi col resto del mondo fingendosi quello che non è. In poche pagine scopriamo le paure di Lorenzo, le sue avversioni, i sogni per il futuro. E poi lo vediamo nascosto, circondato dalle sue bugie, attento a non farsi scoprire.
L'arrivo della sorellastra cambierà un bel po' di cose, e aiuterà lui a vedere il mondo sotto un'altra prospettiva.
Grande piccolo romanzo, scritto con attenzione ai particolari e un grande cuore.



Questo libro rientra nella Bookish Advisor 2015 Reading Challenge come: Un libro di un autore che ha le tue stesse iniziali.




L'Autore:
Niccolò Ammaniti è nato a Roma il 25 settembre 1966.
 Il suo primo romanzo, "Branchie", è uscito nel 1994 per la casa editrice Ediesse, ed è stato poi ripubblicato nel 1997 per Einaudi Stile Libero.
Insieme al padre Massimo ha pubblicato "Nel nome del figlio", un saggio sui problemi dell'adolescenza.
Nel 1996 ha pubblicato per Mondadori la raccolta di racconti "Fango"; tre anni dopo è uscito, sempre per Mondadori, "Ti prendo e ti porto via".
Con il suo romanzo successivo, "Io non ho paura", uscito per Einaudi Stile Libero nel 2001, ha vinto il Premio Viareggio.
Nel 2006 ha pubblicato per Mondadori il romanzo "Come Dio comanda", vincitore del Premio Strega, che compone, insieme a "Io non ho paura", un ideale dittico sul rapporto padre-figlio.
Nel 2009 ha pubblicato il romanzo "Che la festa cominci", nel 2010 "Io e te", nel 2012 la raccolta di racconti "Il momento è delicato", tutti per Einaudi Stile Libero.

Dai suoi libri sono stati tratti al momento cinque film: "L’ultimo capodanno" (di Marco Risi, 1998); "Branchie" (di Francesco Ranieri Martinotti, 1999); "Io non ho paura" e "Come Dio comanda" (entrambi diretti da Gabriele Salvatores, 2003 e 2008); "Io e te" (di Bernardo Bertolucci, 2012).
Nel 2014 è uscito in Dvd per Feltrinelli “The Good Life”, il suo primo documentario da regista.

Romanzi


Nessun commento:

Posta un commento