Amazon+clickBank

giovedì 31 ottobre 2013

HALLOWEEN: La leggenda di Jack O'Lantern

La leggenda di Halloween nasce grazie ad un irlandese di nome Jack, che faceva il fabbro. Era un ubriacone e un taccagno. Nella notte di Halloween incontrò il diavolo in un pub della zona.
Quest’ultimo stava per portarlo via con sé, quando Jack chiese al Diavolo di bere un’ultima volta, prima di vendergli l’anima. Il demonio si trasformò così in una moneta da sei pence per pagare l’ultimo giro di alcool, ma Jack si intascò la moneta, e la mise nella tasca dove aveva messo una croce d’argento. Il diavolo non riuscì più a ritornare alla sua forma originaria, così Jack fece un nuovo patto con il diavolo: esso non avrebbe reclamato la sua anima per i successivi dieci anni. Il diavolo accettò.
Dopo dieci anni Jack e il diavolo si incontrarono di nuovo, ma con un nuovo stratagemma, Jack riuscì a sfuggire di nuovo al diavolo, facendogli promettere di non cercare mai più la sua anima.
Alla sua morte, Jack non fu fatto entrare nel Regno dei Cieli, per colpa di una vita sregolata e dissoluta.
Bussò alle porte dell’Inferno, ma il diavolo lo rispedì indietro, visto che aveva promesso di non cercarlo mai. Jack tornò indietro, e il diavolo gli tirò un tizzone ardente. Jack lo usò per trovare la giusta strada, ma per evitare di farlo spegnere dal forte vento, lo mise sotto ad una rapa che stava mangiando.
Da allora Jack vaga con la sua lanterna improvvisata (da qui il nome Jack O’Lantern) aspettando il giorno del Giudizio. È divenuto il simbolo delle anime errabonde e dannate.
Nel 1845 in Irlanda ci fu una grande carestia, e gli Irlandesi lasciarono il paese per sbarcare in America in cerca di fortuna. La leggenda di Jack fu portata nel nuovo continente, e la rapa fu sostituita dalle comuni zucche.
Da allora la zucca intagliata con all’interno un lumino è uno dei simboli più famosi e rappresentativi di Halloween.

Nessun commento:

Posta un commento