Amazon+clickBank

lunedì 14 aprile 2014

RECENSIONE: Insidia (M.J. Heron)


Autore: M. J. Heron
Editore: De Agostini
Pagine: 384, rilegato
Anno: 2014

TRAMA:
La visione di Kylaah sta per avverarsi. Uno dei kurann, nell'ombra, tesse malefiche trame per rovesciare il potere e ridisegnare i vertici dell'antica stirpe. Mentre i fili della sorte burattinaia si muovono fino a intrecciarsi, Cris ha un unico obiettivo: trovare e uccidere l'assassino del padre. Ma i suoi piani non possono prevedere una madre che ritorna dopo molti anni per sconvolgergli la vita; tanto meno prevedono Lory, la ragazza arrivata con lei da Edimburgo che farà vacillare ogni sua certezza. Per Cris la vendetta ora è lo scopo della vita, il resto solo un intralcio da eliminare. Neppure a Lory, giovane donna dalla sensualità dirompente, sarà concesso di distogliere un guerriero come lui dall'obiettivo primario. Impareranno presto che non c'è nulla di più incerto delle certezze. Quando l'amore è una variabile del destino, tutte le regole vanno riscritte per spezzare l'anello debole nelle infide catene dell'insidia.


Lo stile della Heron sembra migliorato rispetto al primo libro di questa "saga". Gli intrighi e la trama si intrecciano con maestria, diventando sempre più avvincenti.
Come sempre, quando si finisce un libro, si avverte un senso di vuoto, tristezza, abbandono. Abbiamo però la certezza che i kurann torneranno a far parlare di loro.
"Insidia" è un paranormal fantasy con sfumature thriller, avvincente per la suspense e il lato romantico. Non ci si annoia mai.
Per chi ama il genere, bisogna dare un'occhiata anche a questa serie. Partite dal primo libro "Implosion".

Nessun commento:

Posta un commento