Amazon+clickBank

martedì 19 agosto 2014

RECENSIONE: Le bianche dune della Cornovaglia (Rosamunde Pilcher)


Titolo: Le Bianche Dune della Cornovaglia
Editore: Oscar Mondadori
Anno: 1995
Pagine: 157 p.
Prezzo: 9,50 €
 


TRAMA:
Prue, una ragazza sensibile e intelligente che non ha ancora trovato una persona in cui credere davvero; Daniel, un pittore di grande talento ma irrequieto; Charlotte, una ragazzina cresciuta senza amore. I loro destini si incrociano in un cottage vicino al mare in Cornovaglia, dove vive Phoebe, la straordinaria ed eccentrica zia di Prue. Forse da questo incontro può nascere un amore, e forse questo amore può dare a tutti una nuova speranza di felicità...


RECENSIONE:
Questo libro della Pilcher l'ho scelto perché l'autrice è una famosa scrittrice di storie romantiche, e per la gara di Mastereader che sto facendo mi serviva un romanzo Romance.
Da giovane (ehi, sono giovane anche ora... :-P) ho letto qualche libro di Rosamunde, ma questo genere non l'ho trovato mai molto congeniale ai miei gusti.
Ma grazie alla gara ho riscoperto i libri romantici, e questa trama mi ha interessata molto. La protagonista è una ragazza che ha un fidanzato ricco, un futuro roseo, una madre benestante che vorrebbe di meglio per la figlia, ma la Cornovaglia ha un fascino particolare sulla giovane. Torna in quei luoghi, dalla cara zia Phoebe, e riesce a trovare la sua dimensione.
Il personaggio è molto ben caratterizzato, diviso tra la sicurezza che avrebbe a Londra e la disperata ricerca del giusto posto nel mondo. La zia Phoebe è una seconda madre, dolce, premurosa, un po' pazza. Gli altri pochi personaggi secondari sono tutti indispensabili alla storia, e tutti hanno le loro caratteristiche particolari.
La semplice e travagliata storia d'amore tra la giovane Prue e l'artista Daniel la fa da padrona nella trama, portando verso quello che sembra un lieto fine. Bel romanzo, anche se più breve rispetto ad altri capolavori della Pilcher. Ve lo consiglio per una bella lettura leggera e con quel pizzico di romanticismo con un'ottima svolta finale.


L'Autrice:
Rosamunde Pilcher, nata Scott (Lelant, Cornovaglia, 1924), ha lavorato al Foreign Office e, durante la guerra, si è arruolata come ausiliaria della Marina Militare, prestando servizio a Ceylon. Tornata in patria, si è trasferita in Scozia, dove tuttora vive. Nel 1946 ha sposato Graham Hope Pilcher, assumendo il nome con cui è conosciuta in tutto il mondo come una delle più amate autrici di storie romantiche. Ha iniziato a scrivere giovanissima, pubblicando nel 1949 i primi racconti, Half-way to the Moon, con lo pseudonimo Jane Fraser e nel 1955 A Secret to Tell, il primo romanzo pubblicato con il suo nome. Del 1987 è il grande successo di I cercatori di conchiglie, che ha venduto oltre cinque milioni di copie in tutto il mondo. Grandi bestseller sono stati anche Settembre (1990), Ritorno a casa (1995) e Solstizio d'inverno (2000), con il quale ha detto addio all'attività letteraria. Dalle sue opere sono stati tratti circa ottanta film. Nel 2002 la regina Elisabetta II l'ha nominata Ufficiale dell'Ordine dell'Impero Britannico.

Nessun commento:

Posta un commento