Amazon+clickBank

sabato 12 dicembre 2015

RECENSIONE: Il diavolo e la signorina Prym (Paulo Coelho)



Titolo: Il diavolo e la signorina Prym
Autore: Paulo Coelho
Editore: Bompiani
Pagine: 170 p.
Uscita: 2000
Prezzo: 18,00 €



Trama:
Chi è il misterioso Straniero che un giorno arriva a turbare la tranquillità del piccolo paese di Viscos, duecentoottantuno abitanti in prevalenza anziani? E perché la vecchia Berta lo vede camminare "insieme al Diavolo"? Quale terribile proposta, in grado di spingere gli abitanti di Viscos al delitto, lo Straniero porta con sé? E perché la giovane Chantal, unica depositaria del suo segreto, non riesce più a dormire e ha il terrore di raccontare la verità ai suoi concittadini? Il racconto di una sfida estrema tra il Bene e il Male, e insieme una parabola sulla sconvolgente forza che ciascun essere umano racchiude dentro di sé: la capacità di scegliere, in ogni momento della vita, il percorso da intraprendere.



Recensione:
Ecco il primo libro che leggo di Coehlo. Non avrei mai pensato di apprezzarlo così tanto.
Ho sempre lasciato passare il tempo, non convinta, prevenuta o insicura.
Forse ora era il tempo giusto, capace di gustarmi questa scrittura fluida e i personaggi ben caratterizzati.
Non abbiate paura di demoni e angeli. Non c'è nulla di pauroso o blasfemo. E' una bella storia, un racconto con una grande morale, insegnamenti e libertà di scelta.
Ho letto parecchi commenti pessimi sul libro, ma credo che siano alquanto ingusti; il romanzo è ben articolato: scrittura limpida, ma non banale, personaggi azzeccati e tutti funzionali al racconto, luoghi descritti in modo ottimale per far da sfondo a tutte le "scene", atmosfera giusta.
Si, credo proprio che leggerò dell'altro... non vedo l'ora.




L'autore:
Paulo Coehlo è uno scrittore e poeta brasiliano.
Nell'1987 pubblica il suo primo libro sul suo pellegrinaggio verso Santiago, O diario de um mago, edito in Italia nel 2001 con il titolo Il Cammino di Santiago. In questo libro si trovano le prime tracce di quello che sarà il tema ricorrente della sua produzione: «lo straordinario risiede nel cammino delle persone comuni». Il successo del libro lo spingerà a scrivere L'alchimista, la sua opera di maggior successo. Il libro vende appena 900 copie nella sua prima edizione, per poi esplodere nel 1990; L'alchimista è stato finora il libro di maggior successo mai scritto in lingua portoghese, giungendo anche ad essere inserito nel Guinness dei primati.
Segue nel 1991 la pubblicazione de, Il dono supremo, opera ispirata da un testo di Henry Drummond.
Nel 1994 Coelho pubblicherà poi Sulla sponda del fiume Piedra mi sono seduta e ho pianto; nel 1996 seguirà Monte cinque; nel 1997 sarà la volta de Il manuale del guerriero della luce, una raccolta di pensieri filosofici estrapolati dai suoi precedenti lavori. Con Veronika decide di morire (1998) e Il diavolo e la signorina Prym (2000) chiuderà la trilogia e nel settimo giorno ... iniziata con Sulla sponda del fiume Piedra mi sono seduta e ho pianto; i tre libri parlano di una settimana nella vita di tre persone comuni, costrette a confrontarsi con l'amore, la morte e il potere in questo breve lasso di tempo e a dover decidere del futuro della propria vita.
Nel 2000 sarà la volta de Le confessioni del pellegrino, a cui seguirà Undici minuti (2003). Il 2005 è l'anno de Lo Zahir, un grande successo editoriale. Il 2006 è l'anno di Sono come il fiume che scorre; Pensieri e riflessioni 1998-2005 (2006) è una raccolta di aneddoti, idee e auto-riflessioni che lo scrittore compie traendo spunto dal suo ricco corpus letterario. Nel 2006 viene anche pubblicato Sfide-Agenda 2007, un'agenda dove all'interno è possibile trovare giorno per giorno le citazioni più belle di Coelho. Le sue opere, pubblicate in più di centocinquanta paesi e tradotte in sessantuno lingue, hanno venduto oltre 130.000.000 di copie.
All'inizio di maggio del 2007 viene pubblicato in Italia La strega di Portobello (A bruxa de Portobello). Quest'ultimo libro racconta la storia di Athena, narrata da più voci raccolte dall'autore brasiliano. Il 24 settembre 2008 viene pubblicato in Italia Brida (Brida), risalente in realtà al 1990, ma mai tradotto prima. Il 2009 è l'anno di Il vincitore è solo. Il 2010 è l'anno de Le valchirie, risalente in realtà al 1992, ma anch'esso mai tradotto prima. Il 2011 è l'anno di Aleph e il 2012 di Il manoscritto ritrovato ad Accra.


Questo libro rientra nella Bookish Advisor 2015 Reading Challenge come: Un libro che hai iniziato e mai finito.

Nessun commento:

Posta un commento