Amazon+clickBank

domenica 8 luglio 2018

RECENSIONE: La rilegatrice di storie perdute (Cristina Caboni)


Titolo: La rilegatrice di storie perdute
Autore: Cristina Caboni
Editore: Garzanti
Pagine: 304 pp.
Uscita: 12/10/2017
Prezzo: 17,60 €




Trama:
La copertina finemente lavorata avvolge le pagine ingiallite dal tempo. Sofia con gesti delicati ed esperti sfiora la pelle e la carta per restaurare il libro e riportarlo al suo antico splendore. La legatoria è la sua passione. Solo così riesce a non pensare alla sua vita che le sta scivolando di mano giorno dopo giorno. Quando arriva il momento di lavorare sulle controguardie, il respiro di Sofia si ferma: al loro interno nascondono una sorpresa. Nascondono una pagina scritta a mano: è la storia di una donna, Clarice, appassionata di arte e di libri. Un’abile rilegatrice vissuta in nel primo Ottocento, quando alle donne era proibito esercitare quella professione. Una donna che ha lottato per la sua indipendenza. Alla luce fioca di una candela ha affidato a quel libro un messaggio lanciato nel mare del tempo, e una sfida che può condurre a uno straordinario ritrovamento chi la raccoglierà. 
Sofia non può credere al tesoro che ha tra le mani. Quella donna sembra parlare al suo cuore, ai suoi desideri traditi. È decisa a scoprire chi sia, e quale sia il suo segreto. Ad aiutarla a far luce su questo mistero sarà Tomaso Leoni, un famoso cacciatore di libri antichi ed esperto di grafologia. Insieme seguono gli indizi che trovano pagina dopo pagina, riga dopo riga, città dopo città. Sono i libri a sceglierci, e quel libro ha scelto Sofia. Dopo più di duecento anni, solo lei può ridare voce a Clarice. E solo la storia di Clarice può ridare a Sofia la speranza che aveva perduto. Perché la strada per la libertà di una donna è piena di ostacoli, ma non bisogna mai smettere di mirare all’orizzonte.




Recensione:
Ho amato la scrittura di Cristina fin dal suo primo libro, scoperto per caso grazie alla Casa Editrice.
Ogni sua storia è una gioia per gli occhi e un balsamo per il cuore.
Questo romanzo è un'alternanza di Storia e Attualità, di Amore e forza d'animo, di segreti e scoperte.
Ho amato l'animo contraddittorio di Sofia e forza e coraggio di Clarice.
Due donne e un destino che le lega.
Ho partecipato con ansia ad ogni scoperta di Sofia, ogni riga l'ho assaporata come fa un'archeologa con un nuovo reperto.
Ho tentato sempre di prevedere gli eventi, ma non mi è stato facile. Quindi leggere è stata una meraviglia, non sapendo come poteva andare a finire. La trama è stata strutturata benissimo, stupenda e ho amato ogni parola.
Grazie Cristina... continua così!!!


                                                        


L'Autrice:
Appassionata coltivatrice di rose, si dedica alla conoscenza e allo studio delle essenze e delle fragranze naturali. Vive in provincia di Cagliari, dove si occupa dell'azienda apistica della famiglia. Il sentiero dei profumi (Garzanti 2014) è il suo romanzo d'esordio, cui sono seguiti La custode del miele e delle api (Garzanti 2015), Il giardino dei fiori segreti (Garzanti 2016) Premio Selezione Bancarella 2017, e La rilegatrice di storie perdute (Garzanti 2017). 





"Scrivere mi piace partecipa al Programma Affiliazione di Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it"

Nessun commento:

Posta un commento