Amazon

giovedì 12 maggio 2016

RECENSIONE: Splendi più che puoi (Sara Rattaro)


Titolo: Splendi più che puoi
Autore: Sara Rattaro
Editore: Garzanti
Collana: Narratori Moderni
Uscita: Marzo 2016
Pagine: 250 p.
Prezzo: 16,90 €


Trama:

Per tutti gli sbagli commessi.

Per tutto l'amore da dare.

Per tutti i sogni del cuore.
È per questo che torniamo a splendere.


L'amore non chiede il permesso. Arriva all'improvviso. Travolge ogni cosa al suo passaggio e trascina in un sogno. Così è stato per Emma, quando per la prima volta ha incontrato Marco che da subito ha capito come prendersi cura di lei. Tutto con lui è perfetto. Ma arriva sempre il momento del risveglio. Perché Marco la ricopre di attenzioni sempre più insistenti. Marco ha continui sbalzi d'umore. Troppi. Marco non riesce a trattenere la sua gelosia. Che diventa ossessione. Emma all'inizio asseconda le sue richieste credendo siano solo gesti amorevoli. Eppure non è mai abbastanza. Ogni occasione è buona per allontanare da lei i suoi amici, i suoi genitori, tutto il suo mondo. Emma scopre che quello che si chiama amore a volte non lo è. Può vestire maschere diverse. Può far male, ferire, umiliare. Può far sentire l'altra persona debole e indifesa. Emma non riconosce più l'uomo accanto a lei. Non sa più chi sia. E non sa come riprendere in mano la propria vita. Come nascondere a sé stessa e agli altri quei segni blu sulla sua pelle che nessuna carezza può più risanare. Fino a quando nasce sua figlia, e il sorriso della piccola Martina che cresce le dà il coraggio di cambiare il suo destino. Di dire basta. Di affrontare la verità. Una verità difficile da accettare, da cui si può solo fuggire. Ma il cuore, anche se è spezzato, ferito, tormentato, sa sempre come tornare a volare. Come tornare a risplendere. Più forte che può.


Sara Rattaro è un'autrice amata dai lettori italiani e di tutta Europa. Nel 2015 ha vinto il prestigioso premio Bancarella per il suo romanzo Niente è come te, che ha conquistato i librai e la stampa più autorevole. Con Splendi più che puoi riesce di nuovo a sorprendere e a emozionare. Una storia profonda in cui dal dolore fiorisce la speranza. In cui l'amore fa male, ma la voglia di tornare a essere felici è più potente di tutto. Perché non c'è ferita che non possa essere rimarginata. 


Recensione:
Splendido, terribile ma splendido... Ho ancora i muscoli tesi, il cuore a mille e la sofferenza nell'animo. Pensare che questo orrore fa parte di tante vite è abominevole. Questo libro è un capolavoro, come tutti quelli della Rattaro. Adoro la sua scrittura e le sue storie.
La storia di Emma mi ha toccato, anche nelle fasi iniziali dei litigi con la famiglia. E' un incedere di cattiverie, sempre più giù, nel baratro della follia.
E il brutto è che sono proprio le donne maltrattate a sentirsi inadatte, in colpa, incapaci. Quasi in ogni capitolo troviamo una piccola frase in corsivo, che spiega i sentimenti che rimbalzano nella mente e nel cuore delle donne in queste situazioni.
E' terribile che non riescano a reagire, vessate psicologicamente e corporalmente, tanto da avere solo una paura costante e nessuna voglia di fare altro.
I lividi poi vanno via col tempo, ma le ferite dell'animo hanno bisogno di aiuto esterno e tutta una vita, per rimarginarsi.
Ci sono altre frasi in corsivo che spiegano come la legge italiana sia cambiata negli anni, per punire le violenze domestiche e aiutare le donne in queste terribili situazioni. Ma quanti anni sono dovuti passare prima di proteggerle. E queste frasi accompagnano Emma durante tutti gli anni della sua vita, prima e dopo le violenze.
Ho pianto, ho trattenuto il respiro, mi sono arrabbiata, anche per l'indifferenza e l'incredulità della gente che circonda Emma.
Grazie Sara Rattaro. Continua a scrivere storie che toccano il cuore.

Grazie Garzanti! Avete una perla rara tra i vostri autori!


L'Autrice:
Sara Rattaro nasce e cresce a Genova, dove si laurea con lode in Biologia e Scienze della comunicazione. Nel 2010 esce per un piccolo editore il suo primo romanzo Sulla sedia sbagliata. Nel 2011 scrive il suo secondo romanzo Un uso qualunque di te, che ben presto scala le classifiche e diventa un fenomeno del passaparola. Non volare via è il suo primo romanzo pubblicato con Garzanti. La scrittura di Sara e la sua voce unica hanno già conquistato i più importanti editori di tutta Europa, che hanno deciso di scommettere su di lei e di pubblicarla.

«Sara Rattaro va dritto al cuore.»
«Elle»

«Sara Rattaro ha una sensibilità che si infila tra le pieghe dei racconti.»
«Elle»

«Un'autrice che ha conquistato il consenso di critica e pubblico.»
«La Repubblica.it»

«Sara Rattaro è amatissima dai lettori.»
«Corriere della Sera.it»


UNA STORIA PROFONDA IN CUI DAL DOLORE FIORISCE LA SPERANZA.
IN CUI L'AMORE FA MALE, MA LA VOGLIA DI TORNARE A ESSERE FELICI È PIÙ POTENTE DI TUTTO 




1 commento:

  1. Questo è un libro che ho in WL e vorrei leggere, ma allo stesso tempo lo temo anche un po' perché immagino che sia intenso e il tema trattato non è dei più leggeri.

    RispondiElimina